Giuseppe Farinelli operista nella Trieste primo-ottocentesca

Conversazione con diapositive di Federico Gon

Lunedì 21 febbraio 2011
Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”
Palazzo Gopcevich – Via Rossini, 4 – Trieste
ore 17.30

Tredicesimo appuntamento con il ciclo 2010-2011 di
“I lunedì dello Schmidl”

È dedicato a Giuseppe Farinelli (1769-1836) il tredicesimo appuntamento con il ciclo dei “Lunedì dello Schmidl”, manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e realizzata, a cura del conservatore dello “Schmidl” Stefano Bianchi, dalla Direzione Area Cultura / Civici Musei di Storia ed Arte con la collaborazione della Scuola di Musica 55 – Casa della Musica di Trieste.
Lunedì 21 febbraio, con inizio alle ore 17.30, presso la Sala “Bobi Bazlen” al piano terra di Palazzo Gopcevich (Via Rossini 4), il musicologo Federico Gon terrà una conversazione con diapositive ed alcune esemplificazioni musicali dal titolo Giuseppe Farinelli operista nella Trieste primo-ottocentesca.
La biografia e la produzione di Giuseppe Farinelli saranno illustrate a partire dai documenti e dai cimeli custoditi dal Museo Teatrale ed inseriti nel percorso espositivo dello stesso. Nato ad Este il 7 maggio del 1769 e formatosi prevalentemente a Napoli, Giuseppe Francesco Finco, questo il suo vero nome, adotterà il nome di Farinelli in segno di riconoscenza nei confronti del grande sopranista Carlo Broschi, detto Farinelli, per l’aiuto prestato nel farlo entrare al Conservatorio di Napoli. Attivo a Torino dal 1810 al 1817, nel 1817 Farinelli assume l’incarico di maestro al cembalo al Teatro Nuovo di Trieste. Due anni più tardi, a questo incarico si somma quello di maestro di cappella presso la Cattedrale di San Giusto. Morirà a Trieste il 12 dicembre del 1836.

L’ingresso alla manifestazione è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Trieste, 17 febbraio 2011
Il Direttore
(Dott. Adriano Dugulin)

Lascia un commento