Incontro tra l’Ambasciatore Trupiano ed il nuovo Direttivo Assohellas

Nell'ambito delle attività di rilancio della Assohellas , l'Associazione che riunisce le aziende ed i professionisti Italiani in Grecia, si è svolto, presso la Ambasciata Italiana ad Atene, un incontro durante il quale il neo presidente Enrico Atanasio di Fiat Group Automobiles Hellas ed i membri del nuovo Direttivo della associazione hanno illustrato le iniziative in corso di definizione per il 2011 volte a rilanciare la associazione. Si è parlato di collaborazione sui progetti di servizio rivolti alle aziende associate ed alla importante opera di reclutamento di nuovi membri ma più in particolare di tutte quelle attività di servizio che l'Ambasciata ed Assohellas, di concerto con le altre organizzazioni possono mettere a disposizione delle aziende per possono rendere l'attività lavorativa in Grecia più efficace ed efficiente.
Servizi per le aziende e per i privati, attività di promozione della italianità e incontri con le altre organizzazioni presenti sul territorio per cercare di rafforzare il nostro ruolo nella complessa realtà del sistema paese Grecia.
Molti sono stati i punti di accordo ed in particolare a volontà di aggregare attorno a progetti essenziali ma significativi che restituiscano fiducia agli investitori e mettano a disposizione informazioni utili per meglio orientare possibili future scelte di investimento.
Non sono mancati riferimenti a possibili progetti rivolti alle famiglie per rendere sempre più fruibile la Grecia anche per i familiari.
Il presidente Assohellas, Enrico Atanasio al termine dell'incontro così ha commentato: “Siamo molto soddisfatti dell'incoraggiamento ricevuto dall'Ambasciatore Trupiano che ci ha dato preziosi suggerimenti e indicazioni sulle modalità di integrazione di tutte le componenti del sistema presenti in Grecia la cui valorizzazione in un'ottica di ottimizzazione delle inevitabilmente limitate risorse disponibili vogliamo perseguire: siamo lieti di poter sviluppare tali azioni in sintonia e di concerto con le Istituzioni”.

Lascia un commento