archivio di politicamentecorretto.com

L’ ETERNO CONFLITTO ISTITUZIONALE E COSTITUZIONALE

“L’ ennesima crisi politica italiana va ricercata a monte:” Ogni cittadino e’ eguale davanti alla Legge” . Si puo’ risolvere solo con la completa abolizione dell’ articolo 68. ( forse l’avro gia’ scritto da qualche parte ) Consultando ancora una volta la nostra Costituzione….

PALETTI, IMMUNITA’ E PRIVILEGI

Art. Cost. 68:” I membri del Parlamento non possono essere chiamati a rispondere delle opinioni espresse e dei voti dati nell'esercizio delle loro funzioni. Questo prima comma dell’ articolo e’ gia’ concesso ai nostri rappresentanti dagli articoli 21/ 67: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Ed..“Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.

E veniamo al secondo comma: “ Senza autorizzazione della Camera alla quale appartiene, nessun membro del Parlamento può essere sottoposto a perquisizione personale o domiciliare, né può essere arrestato o altrimenti privato della libertà personale, o mantenuto in detenzione, salvo che in esecuzione di una sentenza irrevocabile di condanna, ovvero se sia colto nell'atto di commettere un delitto per il quale è previsto l'arresto obbligatorio in flagranza.

Non solo e’ in netto contrasto col l’articolo terzo: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Ma anche e sopratutto con il primo comma dell’articolo 27: “La responsabilità penale è personale.” Qualcuno a questo punto direbbe dove sta l’inganno ed il conflitto istituzionale e costituzionale? Nell’ articolo successivo. Ossia il 28:” I funzionari e i dipendenti dello Stato e degli enti pubblici sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti. In tali casi la responsabilità civile si estende allo Stato e agli enti pubblici.

Cari Onorevoli/ Disonorevoli se sto leggendo la Costituzione russa chiedo scusa…

Exit mobile version