Uso improprio della scorta per Sgarbi

Il vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “La mano sciolta nell’assegnare le auto blu distrae risorse dal territorio”. Italia dei Diritti esprime solidarietà al militare della scorta del sindaco di Salemi coinvolto in un incidente

Roma, 24 settembre 2010 – E' in gravi condizioni un finanziere di 27 anni, che viaggiava su un'auto della scorta che accompagnava Vittorio Sgarbi a Roma. L’uomo e' stato colpito al petto da un pezzo di metallo staccatosi dalla macchina che li precedeva in autostrada, rompendo il parabrezza ha colpito l’agente il quale versa in prognosi riservata.

“Una casualità spaventosa quella occorsa al giovane militare al quale l’Italia dei Diritti esprime affetto e auguri di buona guarigione – questo il messaggio di solidarietà di Roberto Soldà, vicepresidente del movimento presieduto da Antonello De Pierro, che va ad analizzare in dettaglio la situazione delle scorte in Italia – Anche se Sgarbi riveste la carica di sindaco della cittadina di Salemi, in Sicilia, non dovrebbe aver diritto alla scorta quando si reca al di fuori del territorio in cui ha funzioni istituzionali.”

Soldà sostiene inoltre: “Questa mano sciolta nell’assegnare le scorte, distrae numerose unità delle forze dell’ordine dal loro naturale impiego sul campo, per non parlare dei fondi necessari che vanno a sottrarsi alle già carenti finanze di enti amministrativi che non riescono a fare il pieno di carburante alle automobili. Un Paese più sicuro parte dalla presenza attiva dei suoi presidi di sicurezza.”

Lascia un commento