Roma capitale? Adesso si pensi al resto del Paese

“I tempi sono cambiati, ancora una volta il sistema Paese ha finanziato lautamente il ruolo di Roma capitale: ora si pensi anche al resto del Paese”. Così Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento giovani padani, commenta l’intervento del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. “E' comprensibile -sottolinea- che il presidente Napolitano auspichi che non vengano ombre da nessuna parte sul patrimonio vitale e indivisibile dell’unità nazionale. E’ giusto anche ricordare che sono gli atteggiamenti di Roma, spesso, a minare questo concetto”. Quando Roma “si scandalizza davanti alla legittima richiesta di un decentramento dei ministeri in ottica federalista, quando Roma vuol scippare festival del cinema, della letteratura e Gran premi di Formula Uno a chi li detiene per tradizione, quando Roma si oppone persino al pagamento dei pedaggi che al Nord si pagano da sempre, ebbene, con questi atteggiamenti non si pone certo come capitale di uno stato democratico, ma -conclude- come sede di un impero”.

Lascia un commento