On. Antonio Razzi (IdV). Risposta all’0n. Razzi del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti in tema di sicurezza nel trasporto ferroviario

Roma, 22 settembre 2010. A seguito del disastro ferroviario avvenuto a Viareggio il 29 giugno 2009, l’on. Razzi ha chiesto, in una interrogazione a risposta scritta la 2413/cis pubblicata sul resoconto sommario n° 230 del 12/10/2009, informazioni in merito alle misure e alle procedure attuate in tema di trasporto su rotaie.
In particolare, oltre alla sicurezza si è chiesto quali oneri dovrà accollarsi lo Stato e gli Enti pubblici a fronte di una richiesta contenuta nel piano governativo del Commissario Martini di uno stanziamento da parte del governo di circa 20/25 milioni di euro per far fronte ad alcuni danni agli immobili. Non per ultimo si informa su quale sarà il destino delle famiglie delle 31 vittime dell’incidente.
La risposta del ministro ha segnalato, a conforto delle preoccupazioni dell’on. Razzi, una serie di disposizioni per aumentare la sicurezza del trasporto delle merci pericolose con controlli attenti già dall’inizio del trasporto consistente in visite e controlli secondo i principi e regole comunitarie assai rigorose.
Il ministro ha ricordato, in virtù della legge 7 luglio 2010 n. 106 recante disposizioni in favore dei familiari delle vittime, che è stata assegnata al Commissario delegato la somma di 10 milioni di euro per l’anno 2010 per speciali elargizioni in favore dei familiari del disastro ferroviario di Viareggio del 29 giugno 2009 e di quanti abbiano riportato lesioni gravi e gravissime.

On. Antonio Razzi
Via del Pozzetto, 105
00187 Roma
Tel. 06/67608166 Fax 06/67608750
Segreteria: Dott.ssa Francesca Testa
E-mail: razzi_a@camera.it
Sito:

Lascia un commento