Bologna — Per il 2010 è ancora disponibile circa 1 milione di euro in contributi per il trasporto delle merci su ferro

Mobilità e Trasporti – Merci su ferro, al via il secondo bando 2010 per accedere ai contributi regionali: circa 1 milione di euro disponibili
Bologna – Per il 2010 è ancora disponibile circa 1 milione di euro in contributi per il trasporto delle merci su ferro. Li stanzia la Regione, che ha appena approvato (con delibera di giunta) l’apposito bando in attuazione della legge 15 del 2009. “Nonostante la crisi e il forte taglio alle risorse da parte del governo – è il commento dell’assessore alla Mobilità e Trasporti Alfredo Peri – la Regione Emilia-Romagna incentiva il trasporto ferroviario delle merci, sostenendo le imprese. E’ una scelta in cui crediamo fortemente, perché porta benefici all’ambiente, riduce il numero di mezzi pesanti in circolazione e contribuisce alla costruzione di un traffico sostenibile”. Tre i milioni di euro destinati complessivamente per il 2010; di questi, due già assegnati con il primo bando, che ha consentito di attivare 23 servizi (16 di trasporto intermodale e sette tradizionale), effettuati da 13 imprese, per un totale di oltre 1,5 milioni di tonnellate aggiuntive di merci trasportate. Per accedere al contributo è necessario che l’impresa – che dovrà scontare il contributo stesso dallo schema tariffario applicato agli utenti – eroghi servizi con origine e/o destinazione in un nodo ferroviario collocato nel territorio dell’Emilia-Romagna. Ogni servizio per cui è richiesto il contributo deve essere aggiuntivo rispetto ai servizi ferroviari già svolti e comportare un aumento complessivo delle tonnellate trasportate e/o del numero di treni fra le stesse origini e destinazioni finali. Secondo quanto previsto dal bando, per ogni servizio aggiuntivo può essere concesso un contributo per la durata minima di un anno e fino a un massimo di tre; le richieste di contributi per servizi aggiuntivi triennali hanno priorità nell’assegnazione. L’entità del contributo è stabilita in misura decrescente per ogni anno, tranne che per la quota di servizio aggiuntivo rispetto all’anno precedente, secondo queste modalità: per il primo anno è di 1 centesimo di euro per tonnellata al chilometro; per il secondo anno è di 0,9 centesimi di euro, per il terzo è di 0,8 centesimi di euro. L’importo massimo del contributo annuale concesso a ogni impresa beneficiaria può essere di 400.000 euro se i servizi aggiuntivi hanno la durata di un anno, 500.000 euro per due anni, 600.000 euro per tre anni. Le domande per accedere ai contributi dovranno arrivare alla Regione Emilia-Romagna – Direzione generale Reti infrastrutturali, logistica e sistemi di mobilità, viale Aldo Moro 30, Bologna, entro e non oltre il 15 ottobre 2010. Il bando verrà pubblicato sul Bur (Bollettino ufficiale della Regione) numero 117 del 10 settembre e sul sito Mobiliter, www.mobiliter.eu /

Cultura – La via Emilia arriva in Germania con le fotografie di Nino Migliori. La Regione Emilia-Romagna al Photoszene Koln 2010 e al Photokina world of imaging di Colonia con “Crossroads”. Esposizione presso l'Istituto italiano di cultura fino all'8 ottobre
Bologna – Il 9 settembre alle 19.30 presso l’istituto italiano di cultura di Colonia si inaugura la mostra “Crossroads. Via Emilia-Passaggi e Topografie”. La mostra rimarrà aperta fino all’8 ottobre.
“Crossroads” partecipa a due prestigiose rassegne internazionali: la Internationale Photoszene Koln 2010 e PLAN (Photokina world of imaging), manifestazioni trainanti nel settore della fotografia .
Photoszene è una mostra fotografica internazionale che ha luogo a Colonia con frequenza biennale e insieme a Photokina contribuisce a rendere Colonia una delle più importanti città europee per quel che riguarda il mondo della fotografia. E’ l’unico evento mondiale che presenta i media, le tecniche e i mercati della fotografia nelle loro molteplicità all’interno di una manifestazione orientata verso i temi : fotografia, memorizzazione, lavorazione, trasmissione e riproduzione. La fotografia così come la tecnologia della fotografia sono decisive per la qualità della moderna comunicazione.
PLAN è una rassegna internazionale di architettura e Crossroads vi parteciperà in concomitanza con la mostra di Carlo Scarpa. La Via Emilia di Migliori, 43 coppie di fotografie, è un dialogo tridimensionale, circolarità bifronti che allacciano il presente al passato: incroci, abitazioni, strade che si intersecano. Punti di arrivo e di partenza lungo una strada storica, voluta e fondata dal console romano Marco Emilio Lepido, lungo la quale, nel corso di oltre duemila anni sono nate ben otto delle città capoluogo regionali. Fin dalla sua creazione snodo vitale di commerci tra l’est e l’ovest del vasto impero romano, costruita per collegare il mare Adriatico con il cuore dell’Italia, l’antica strada costituisce tutt’oggi il simbolo dello sviluppo economico e industriale della Regione Emilia-Romagna. La visione di questa monumentale strada, lunga 252 Km, ci viene restituita dalle immagini di Nino Migliori, uno dei fotografi italiani più noti in campo internazionale, che interpreta e ci rivela la via Emilia attraverso una visione bifronte. Per realizzare il suo lavoro, il fotografo ha creato un marchingegno che gli consente di utilizzare due macchine fotografiche contrapposte: una orientata in avanti per ritrarre l’immagine scelta, l’altra non governata dall’autore che fissa la realtà alle sue spalle e che coglie il pulsare autonomo della vita nella strada.

Lascia un commento