UNIONE FORENSE PER LA TUTELA DEI DIRITTI UMANI

Con il patrocinio di Thorbjørn Jagland, Segretario Generale del Consiglio d’Europa

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE SULLA
TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI UMANI
Aula Avvocati del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati – Piazza Cavour, Palazzo di Giustizia – Roma

PROGRAMMA
Il corso di specializzazione, giunto alla sua XI edizione, si articola in una serie di quattro incontri della durata di tre ore ciascuno, che si terranno presso l’Aula Avvocati del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma il venerdì ed il sabato a partire dal 5 novembre 2010. Durante il corso i partecipanti potranno accedere alla documentazione relativa a ciascuna lezione attraverso il sito dell’Associazione (www.unionedirittiumani.it).

Venerdì 5 novembre 2010

16:15 – Indirizzi di saluto
Vitaliano ESPOSITO, Procuratore generale presso la Corte di Cassazione
Antonio CONTE, Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma
Mario LANA, Presidente dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani
16:45 – Presentazione del corso
Matteo CARBONELLI, Segretario generale dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani
17:00 – La Convenzione europea dei diritti umani a sessant’anni dalla sua adozione
Guido RAIMONDI, Giudice della Corte europea dei diritti umani
18:00 – La procedura di esame dei ricorsi individuali dinanzi alla Corte europea
Anton Giulio LANA, Avvocato in Roma, componente del Comitato direttivo dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Sabato 6 novembre 2010

10:00 – Rango ed applicazione della Convenzione europea nell'ordinamento italiano
Filippo DONATI, Professore di diritto costituzionale nell’Università di Firenze
11:00 – I diritti di manifestare e di associarsi alla luce della Convenzione europea
Antonio BULTRINI, Professore di diritto internazionale nell'Università di Firenze
12:00 – Estradizione, espulsione e diritti umani
Giorgio GAJA, Professore di diritto internazionale nell’Università di Firenze, membro della Commissione di diritto internazionale delle Nazioni Unite

Venerdì 12 novembre 2010

16:15 – Le garanzie dell’accusato ai sensi dell’art. 6 della Convenzione europea
Antonietta CONFALONIERI, Docente di diritto processuale penale comparato nell’Università di Urbino “Carlo Bo”
17:15 – Il diritto al rispetto della vita familiare secondo l’art. 8 della Convenzione europea
Paolo CANCEMI, Referendario presso la Cancelleria della Corte europea dei diritti umani
18:15 – Rimedi per l’irragionevole durata dei processi
Maurizio DE STEFANO, Avvocato in Roma, componente del Comitato direttivo dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Sabato 13 novembre 2010

10:00 – Intercettazioni di comunicazioni e rispetto della vita privata
Andrea TAMIETTI, Referendario presso la Cancelleria della Corte europea dei diritti umani
11:00 – L’attuazione delle decisioni della Corte europea nell’ordinamento interno
Francesco CRISAFULLI, magistrato, già Co-Agente del Governo italiano dinanzi alla Corte europea dei diritti umani
12:00 – Le violazioni strutturali e la procedura della “sentenza pilota”
Vladimiro ZAGREBELSKY, magistrato, già Giudice della Corte europea dei diritti umani
13:00 – Conclusione del corso e consegna degli attestati di frequenza
________________________________________________________________________________________

Coordinamento scientifico: Avv. Anton Giulio Lana – Avv. Andrea Saccucci
Segreteria organizzativa: Sig.ra Gioia Silvagni – Dott.ssa Giorgia Silvestri – Dott.ssa Valeria Grasso
Tel. 06 8412940 – Fax 06 85300801; www.unionedirittiumani.itinfo@unionedirittiumani.it
Le iscrizioni al corso dovranno effettuarsi presso la segreteria dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani (Sig.ra Gioia Silvagni), tel. 06 8412940, cell. 340 9275277, entro il 3 novembre 2010 e sino al numero massimo di 200 partecipanti. La quota di iscrizione è di € 120,00 (comprensiva di IVA) e dovrà essere versata presso la segreteria dell’Unione forense o tramite bonifico bancario (IBAN: IT41R0306905077065268820109) prima dell’inizio del corso. Al termine del corso sarà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza che darà titolo al riconoscimento di n. 12 crediti formativi da parte del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma.

Lascia un commento