I giovani stilisti di Roma contro i disturbi alimentari

di Valentina Corsaletti

Ancora una volta i giovani hanno scelto la location di Ponte Milvio come espressione del loro amore, augurandosi che sia per sempre. Ma questa volta non è stato il lucchetto, come da tradizione, a esprimere i loro sentimenti più belli, bensì una passerella su cui alcuni stilisti emergenti della capitale, iscritti ai corsi delle migliori Accademie di Roma, hanno visto sfilare le proprie collezioni. Un amore per la moda quella che accomuna questi giovani stilisti e modelli che, grazie all’Olimpus Event e con la collaborazione della Caracciolo Managment & Production, organizzatori dell’evento, hanno avuto l’opportunità di esibirsi come solo i grandi di questo mondo possono fare. La Torretta Valadier è stata illuminata per l’occasione in una serata unica nel suo genere grazie all’atmosfera magica e suggestiva di Ponte Milvio. Con il patrocinio di tutte le autorità del territorio, Comune di Roma, Municipio Roma XX, Regione Lazio, Provincia di Roma e il coinvolgimento del Miur, alla manifestazione hanno partecipato diverse cariche istituzionali, tra cui l’on. Guidi, l’assessore del XX Municipio, Stefano Erbaggi, personaggi dello spettacolo tra cui Floriana Secondi, la top model internazionale Manon Umbertelli, il Make Up Artist Raffaele Squillace e il giovanissimo ma assai disinvolto cantante Flavio Gismondi, proveniente direttamente dal mondo dei musical, che ha intrattenuto il pubblico presente esibendosi con svariati brani musicali che hanno scaldato l’atmosfera di una fresca serata primaverile. L’evento ha visto come protagonisti d’eccezione i giovani e ha voluto lanciare un messaggio di sensibilizzazione verso il problema dei disturbi della condotta alimentare, un problema che colpisce sempre un maggior numero di ragazzi che si avvicinano al mondo della moda e non. L’Olimpus Event, in merito, con la collaborazione della Gespi, la Società italiana di psicopatologia di genere, ha perciò promosso un’iniziativa per diffondere il messaggio negli istituti superiori della capitale. Con fuochi d’artificio e giochi di luce si è poi conclusa una sfilata che, per questi giovani talenti, speriamo sia la prima di una lunga serie.(Laici.it)

Lascia un commento