La scomparsa di Henrique Walter Pinotti (1929 – 2010)

La scomparsa del Professore Dottore Henrique Walter Pinotti ha colpito tutti, parenti, amici,
allievi e la popolazione di São Paulo che lo amava tanto.

Era chirurgo, professore emerito dell'Università di Medicina di San Paolo e
sopratutto guardiano delle tradizioni mantovane: cercava di coltivare la
memoria dell´emigrazione mantovana nel mondo e mantenere la fiamma accesa
attraverso l´ Associazione Culturale dei Mantovani in Brasile, mantenendo il
legame tra Brasile e Italia.
È morto di cancro a 81 anni. Non gli piaceva parlare della sua malattia
anche se era un dottore specializzato in Gastroenterologia. Dal 1985 al
1999, fu titolare della disciplina di Chirurgia dell'Apparecchio Digestivo.
Nel 1985 è stato il medico chiamato a Brasilia per assumere il difficile e
doloroso incarico di operare d'emergenzia il neo Presidente eletto Tancredo
Neves, che si trovava in uno stato di salute gravissimo. Sei giorni dopo, il
presidente è stato trasferito da Brasilia all'Incor – Istituto del Cuore di
San Paolo, organo modello diretto dal Dr. Pinotti – in un tentativo estremo
per salvargli la vita, dove è morto un mese più tardi.
Il nostro carissimo amico e cugino Henrique Walter Pinotti ha publicato 681
articoli su riviste brasiliane, 136 su quelle straniere, 36 libri e
monografie in Brasile e due all'estero.
Entusiasta delle sue origini mantovane, di Magnacavallo, è stato il
principale responsabile della mia presenza a capo dell´Associazione
Culturale dei Mantovani in Brasile.
In considerazione alla sua dedicazione e lavoro idealistico verso
l´Associazione ho accettato il suo invito per la carica di Presidente.
Era una persona amata da tutti, amici, parenti, professionisti della
Medicina, nel campo della Letteratura, nella Società Brasiliana.
Siamo commossi con questa perdita irreparabile.

È morto il 21 giugno u.s. e la camera ardente à stata allestita nella Sala
della Congregazione della Facoltà di Medicina, in Av. Dr. Arnaldo, 455.

Il funerale si è svolto il giorno dopo, il 22, alle ore 10 nel Cimitero
Araçá.

Rimarrà un esempio da seguire per tutti quelli che si dedicano alla memoria
dell´emigrazione mantovana nel mondo, nel Brasile, a San Paolo, la sua, la
nostra città.

Che Dio lo riceva nella Sua Gloria Eterna.

Eny da Rocha
Presidente dell´Associazione Culturale dei Mantovani in Brasile

Inviato da Marco Stella
Portale dei Lombardi nel Mondo

Lascia un commento