Site icon archivio di politicamentecorretto.com

E’ il progetto “Professionisti/e in famiglia” attuato da Ambito distrettuale 6.1

Focus sull'assistenza e cura a domicilio delle persone in difficoltà
Le badanti: un'opportunità per le famiglie

Aviano

La domanda di assistenza e cura domiciliare rivolta in particolar modo alle persone anziane sta aumentando sempre più negli ultimi anni, anche nei comuni della cintura pordenonese, mettendo a dura prova, in talune occasioni, le famiglie. Un dato di fatto che ha trovato le Amministrazioni di Fontanafredda, Aviano, Sacile e Brugnera particolarmente attive. A dimostrazione di ciò il ruolo delle badanti e delle assistenti familiari, risorsa incommensurabile per tutte quelle famiglie in difficoltà che necessitano di un aiuto professionale e competente. Per rispondere a questa esigenza, va detto, i Servizi sociali territoriali hanno tra i loro compiti anche quello di sostenere i nuclei familiari che si trovano ad affrontare bisogni di cura ed assistenza dei loro congiunti.
In questo filone si colloca il progetto “Professionisti/e in famiglia” messo in atto da Ambito distrettuale 6.1 – Servizio sociale dei Comuni – e gli Sportelli Assistenti Familiari che, con la collaborazione della Cooperativa sociale Itaca (ed all’interno di un progetto interamente finanziato dalla Lr 24/2004 – “Progetti sperimentali e interventi per la qualificazione del lavoro delle assistenti familiari”), hanno inteso promuovere una serie di quattro appuntamenti denominata “Le badanti: opportunità per le famiglie”.
Quattro, si diceva, gli incontri previsti con la cittadinanza per presentare le opportunità offerte dal progetto “Professionisti/e in famiglia” e dagli Sportelli Assistenti Familiari della Provincia di Pordenone, nonché per proporre i prossimi appuntamenti formativi dedicati alle assistenti familiari. Il primo si è svolto ieri con successo a Fontanafredda presso il Centro La Risorgiva, ma altri tre appuntamenti sono in calendario nei prossimi giorni: il 30 giugno alle 20.30 ad Aviano presso la Casa dello Studente in viale San Giorgio; il 1° luglio a Sacile, sempre alle 20.30, presso l’Auditorio del Liceo Pujati in viale Zancanaro; il terzo ed ultimo nella Sala consiliare del Comune di Brugnera, ancora alle 20.30 ma il 5 di luglio.
Le famiglie e le persone che stanno cercando una badante possono trovare infatti attraverso il progetto “Professionisti/e in famiglia” della Regione Fvg e negli Sportelli Assistenti Familiari della Provincia di Pordenone la possibilità di individuare gratuitamente la figura più adatta alle proprie esigenze; parimenti vi è l’opportunità di trovare nei Servizi sociali di riferimento un aiuto per mediare l’ingresso in famiglia sostenendo i percorsi di reciproca conoscenza e adattamento.
Gli incontri hanno lo scopo di informare le famiglie sulle opportunità offerte dai Servizi territoriali e porre le condizioni per l’attivazione, a partire dal mese di settembre, di un percorso formativo per le badanti ed assistenti familiari che possa sostenere la creazione di buoni rapporti di collaborazione familiare e contrastare il turn-over.
Quanto agli Sportelli Assistenti Familiari, offrono gratuitamente lo svolgimento di tutte le pratiche inerenti la gestione del rapporto di lavoro, propongono un supporto alle persone che devono sostituire la propria assistente familiare in caso di ferie, malattia, formazione, e informano sugli incentivi economici previsti per chi sceglie di emergere dal mercato sommerso.
Nel corso degli incontri interverranno le operatrici dell’Ambito Distrettuale 6.1 illustrando le attività del progetto, i servizi erogati dagli sportelli, gli incentivi previsti per le famiglie “virtuose”, grazie anche al prezioso aiuto dell’Agenzia regionale del Lavoro. La Cooperativa Itaca si occuperà dei percorsi formativi per le badanti.
Info: Servizio Sociale dei Comuni, Ambito Distrettuale 6.1, Tel. 0434.70483-70023.

Fabio Della Pietra
Ufficio Stampa
Cooperativa sociale Itaca
Pordenone
www.itaca.coopsoc.it
Prot. 924

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Exit mobile version