Inizia oggi 2 giugno il Campionato Europeo per Club di baseball

Inizia oggi 2 giugno il Campionato Europeo per Club di baseball. Partecipano 12 formazioni (divise in 2 gironi all'italiana da 6 squadre ciascuno) in rappresentanza di 8 paesi europei (Italia, Francia, Belgio, San Marino, Olanda, Spagna, Germania e Repubblica Ceca; Italia, Olanda, Francia e Spagna sono le uniche nazioni ad avere 2 rappresentanti nel tabellone principale). Dalla prima fase scaturiranno le 4 formazioni (le prime 2 di ogni girone) che si contenderanno il titolo nella Final Four del 25 e 26 settembre a Barcellona. La Italian Baseball League è rappresentata dai Campioni d'Italia della UGF Bologna, dalla Telemarket Rimini e dalla T&A San Marino, che rappresenta però la Repubblica del Monte Titano. I detentori del trofeo della Danesi Nettuno non potranno difendere il titolo, visto che il regolamento non concede alla vincitrice la partecipazione automatica alla edizione successiva.
Il regolamento del torneo permette alle squadre di utilizzare solo 3 stranieri, costringendo quasi tutte le partecipanti (in diversi campionati europei, compreso quello italiano, i cittadini UE sono tesserabili senza limitazioni; come è noto, in Italia ogni squadra ha inoltre a disposizione 4 visti per stranieri extra comunitari) a presentarsi di fatto indebolite rispetto alle squadre che schierano nei campionati nazionali.

A Brno (Repubblica Ceca) la UGF Bologna esordisce alle 14 di mercoledì 2 giugno contro i Campioni di Germania degli Heidenheim Heidekoepfe.
La squadra emiliana ha deciso di inserire nel roster i lanciatori Matos e Moreno e il bomber Garabito. Resta quindi escluso il pitcher Ribeiro, alla cui assenza dovranno supplire i lanciatori della squadra di Seconda Divisione Renè Mazzocchi (65 strike out in 41 riprese in IBL 2) e Frank Balbuena.
I tedeschi hanno in rosa un lanciatore (il 32enne Dusty Bergman) con esperienza fino al Triplo A americano, ma il girone appare piuttosto impegnativo in generale. Oltre ai teutonici (che hanno 5 stranieri in rosa e le loro gatte da pelare per la scelta su chi escludere), Bologna dovrà vedersela nell'ordine con gli olandese Konica Minolta Pioneers dei nazionali Duursma, Van Doornspeek e Drajier, con i dominatori del campionato ceco (11 vittorie e nessuna sconfitta fino qui) e padroni di casa del Draci Brno (diretta su Rai Sport Uno venerdì 4 alle 15.30), con i francesi Rouen Huskies dei nazionali Hagiwara, Piquet, Marche e Roy (MVP dell'Europeo 1999 ), del lanciatore venezuelano Perez e del veterano canadese Hornostaj (500 partite da pro in USA) e con gli spagnoli del St. Boi dei lanciatori venezuelani Guanchez e Guerra, dominatori della Liga de Honor iberica.

IL CALENDARIO

A Rotterdam (Olanda) hanno un esordio abbastanza morbido la Telemarket Rimini (con i francesi del Savigny) e la T&A San Marino (con i belgi Hoboken Pioneers). Le difficoltà arriveranno contro i padroni di casa del Neptunus, che hanno messo assieme un vero squadrone e, non a casa (16 vittorie e 1 sola sconfitta) stanno dominando la Hoofdklasse olandese. La rosa del Rotterdam conta su 3 lanciatori di livello internazionale come Boyd, Markwell (entrambi nazionali olandesi) e Ruzic (nazionale australiano con palla veloce da 93 miglia orarie) e altri veterani di mille battaglie con la maglia arancione dell'Olanda come Legito, Kingsale e Rombley. Preoccupano meno i Tenerife Marlins di Nestor Perez.
La T&A si presenta all'appuntamento fortemente rimaneggiata dalle assenze di Pantaleoni (infortunio) e di Duran, Jansen e Snijder (regolamento). In rosa restano infatti l'interbase titolare Granato e i lanciatori Bonilla ed Escalona. All'esterno, al posto di Snjider e Duran, ci sarà spazio per i giocatori di IBL 2: il sanmarinese Forcellini, ma forse anche Serrani e Picchio. Se sarà in condizione, si vedrà nell'outfield anche De Biase.
La Telemarket ha deciso invece di rinunciare a Serrano, tenendo in rosa i lanciatori partenti Brower, Marquez e l'interbase Gonzalez. I Pirati potranno quindi schierare a Rotterdam la loro formazione tipo.

IL CALENDARIO

Dal 14 al 19 giugno inizia ad Anversa (Belgio), Brest (Bielorussia), Karlovac (Croazia) e Solingen (Germania) la fase di qualificazione per l'edizione 2011 dell'Europeo per Club. I 4 gironi coinvolgono 24 squadre in rappresentanza di 19 nazioni e le 4 vincitrici giocheranno a settembre (date non ancora comunicate dalla Commissione Tecnica della Confederazione Europea) i play off a 6 nei quali l'ultima di Brno e l'ultima di Rotterdam cercheranno di conservare il diritto del loro paese ad iscrivere una squadra al tabellone principale dell'anno dopo.

Riccardo Schiroli
FIBS Communication manager

Lascia un commento