BLITZ ISRAELIANO: TOMASELLI PD, SOLIDARIETA’ A NOSTRI CONNAZIONALI E ALLE LORO FAMIGLIE

“Nella mattinata odierna ho contattato l’Unità di crisi presso il Ministero degli Affari Esteri per avere notizie circa le condizioni degli italiani arrestati tra gli attivisti della Freedom Flotilla nel corso del blitz israeliano di ieri. Tra questi vi è Giuseppe Joe Fallisi, l’artista da alcune settimane residente ad Ostuni.

Mi è stato assicurato che le condizioni di Fallisi e degli altri italiani sono buone, che da ieri l’Unità di crisi è in costante contatto con le famiglie per informarle delle condizioni dei loro cari. I nostri concittadini sono detenuti nel nuovo carcere del sud di Israele di Ela, inaugurato solo dieci giorni fa nella cittadina di Beersheba, dove riceveranno oggi la visita di un rappresentante del Ministero degli Esteri italiano.

Nelle prossime ore saranno, altresì, definite le procedure per poter consentire ai nostri concittadini di lasciare lo stato di detenzione ed, eventualmente, rientrare in Italia.

Nel manifestare la piena solidarietà ai nostri connazionali, alle loro famiglie e al movimento pacifista, continueremo a seguire nelle prossime ore la vicenda che riguarda i nostri concittadini, coinvolti in una vera e propria aggressione ai danni di una iniziativa pacifica ed umanitaria che ha sconvolto il mondo intero.

Il gruppo del PD al Senato ha già chiesto nella giornata di ieri che il Ministro Frattini riferisca in Parlamento sulla situazione e, naturalmente, sulle scelte che il Governo italiano intende fare: a cominciare dalla proposta avanzata in sede europea di apertura di un'inchiesta internazionale, garantita internazionalmente, che chiarisca le responsabilità e lo sviluppo degli avvenimenti”. Lo dichiara in una nota il senatore del Pd Salvatore Tomaselli

Lascia un commento