Si conclude domenica a Villa Moretti il percorso del progetto europeo Con.Divi.Tempo

Scuola, famiglia e lavoro, quali condivisioni possibili?
Rivolto ad oltre 50 mila utenti, ha messo assieme genitori e figli costruendo un'alleanza per il futuro

Tarcento

Gestire le emergenze e le malattie, lo svolgimento delle consegne scolastiche e i rapporti tra generazioni, in buona sostanza conciliare i tempi di vita e di lavoro, gli affetti e gli obblighi scolastici e tanto altro ancora, comprese le difficoltà quotidiane. Un tema più che mai attuale in una società che necessita spesso e volentieri di un impegno lavorativo a tempo pieno di entrambi i genitori, specialmente in periodi di crisi economica come quello odierno. Se ne è fatto carico l’Ambito socio assistenziale di Tarcento (oltre 50 mila i residenti nel territorio suddivisi in più di 17 mila famiglie) che grazie al Consorzio Cosm di Udine e alla Regione ha attivato il progetto europeo “CondiviTempo”, diffuso in 10 Comuni e 3 Istituti comprensivi e gestito dalla Cooperativa sociale Itaca.

Se ne parlerà domenica a Tarcento a Villa Moretti durante il convegno conclusivo intitolato “Condivisioni possibili?”, previsto dalle 10 alle 17. Un evento che trarrà le conclusioni di un progetto tutto dedicato alla conciliazione di vita e di tempo ed indirizzato in maniera specifica verso azioni positive per la costruzione di un’alleanza educativa di comunità. In prima linea la Cooperativa sociale Itaca coinvolta nell’erogazione dei servizi in un progetto che come capofila ha il Consorzio Cosm di Udine. Ma il partenariato è ben più ampio e vede, oltre all’Ambito tarcentino, i Comuni di Tricesimo, Tarcento, Lusevera, Taipana, Reana del Rojale, Cassacco, Faedis, Attimis, Nimis e Povoletto, Ires Fvg, gli Istituti comprensivi di Tarcento, Faedis e Tricesimo, la Regione Friuli Venezia Giulia che il progetto lo ha finanziato.

Trattasi di un progetto europeo che vede il coinvolgimento della Regione Friuli Venezia Giulia, Direzione centrale lavoro, università e ricerca – Servizio Pari opportunità e Politiche giovanili. Il focus è su un tema fortemente attuale, ovvero la conciliazione vita lavoro con particolare attenzione ai progetti sperimentali di azioni positive proposte dagli Enti locali o da soggetti di diritto pubblico o privato, volti a garantire risposte flessibili e differenziate alle famiglie con figli iscritti alle scuole primarie e secondarie di primo grado.

“il primo step è stato una indagine conoscitiva realizzata dall’Istituto di Ricerche Economiche e sociali Ires Fvg e svolta attraverso un questionario che è stato distribuito in tutte le scuole coinvolte per cercare di individuare le problematiche delle famiglie rispetto, appunto, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”. I dati principali che sono emersi riguardano per lo più le difficoltà legate al quotidiano, come la gestione delle emergenze e delle malattie in famiglia sia dei genitori sia dei figli, oppure la difficoltà nel trovare del tempo per seguire i propri figli nello svolgimento delle consegne scolastiche, oppure ancora la difficoltà a gestire i rapporti generazionali tra genitori e figli.

Il secondo step ha visto una serie di riunioni con i Comuni e le rappresentanze scolastiche dei genitori e degli insegnanti, attraverso il coinvolgimento di dirigenti e collaboratori scolastici. Dai dati è altresì emerso “che uno dei principali problemi era costituito dall’accoglienza pre e post scolastica collegata al bisogno dei genitori di arrivare al lavoro in tempo. Emersa anche la richiesta di aiuto per formare-creare gruppi di confronto tra i genitori (guidati da un formatore) in modo che tutte queste tematiche possano essere affrontate”. La formazione è stata attivata sia nella parte teorica sia anche in quella pratica grazie ad alcuni laboratori di Teatro e di Lettura animata. Il terzo passo riguarda inoltre l’attivazione delle attività condivise per genitori, associazioni e volontari nonché per alunni.

“Con.Divi.Tempo – Conciliazione di vita e tempo – azioni positive per la costruzione di un’alleanza educativa di comunità” nasce come un progetto sperimentale presentato ed approvato sul bando 2008 della Regione Friuli Venezia Giulia per “Conciliazione vita-lavoro. Progetti Sperimentali di azioni positive degli Enti locali o da soggetti di diritto pubblico o privato, volti a garantire risposte flessibili e differenziate ai genitori con figli iscritti alle scuole primarie e secondarie di primo grado”.

La partnership del progetto ha visto il Consorzio Cosm di Udine proponente con la consorziata Cooperativa Itaca, l’Ires Fvg, l’Ambito socio assistenziale 4.2 Tarcentino con i suoi 11 Comuni e gli istituti comprensivi di Tarcento, Faedis e Tricesimo. Il progetto si è caratterizzato per l’elevata complessità: si è rivolto ad una popolazione di oltre 50 mila abitanti ed ha permesso la realizzazione di una variegata gamma di servizi in cui ogni Comune, come un microcosmo, ha cercato di rispondere a specifici bisogni che hanno assunto significati e pesi specifici diversi. Il lavoro dei partner ha permesso di sviluppare offerte di servizi condivise e co-gestite con il territorio.

Nell'ambito di Con.Divi.Tempo sono state realizzate le seguenti attività: accoglienza pre e post scolastica; accompagnamento sugli scuolabus; laboratori di ecologia, laboratori durante le vacanze di Natale; attività di integrazione pomeridiana al tempo scolastico; progetto Pedibus; laboratori di lettura animata per genitori; corsi di teatro per bambini e ragazzi; laboratorio di teatro per genitori; corsi di sensibilizzazione e formazione al volontariato per adulti.

L'auspicio è che questo lavoro possa portare alle comunità coinvolte la consapevolezza e la competenza necessarie a sviluppare ulteriormente questi percorsi e progetti, affinché ognuno possa sentirsi parte attiva della comunità e contribuire con la sua presenza e la sua azione a migliorarne costantemente la qualità di vita.

L’appuntamento convegnistico di domenica a Villa Moretti di Tarcento proporrà una serie di risposte in merito a percorsi ed esperienze di conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro che coinvolge adulti (genitori, insegnanti, operatori di comunità, ecc.) ma anche figli. Sarà una giornata aperta a tutti, genitori e figli in primis, per conoscere, comprendere e condividere i progetti, le azioni ed i risultati del progetto Con.Divi.Tempo.

Domenica 23 maggio – Programma della giornata

10:00 ARRIVO FAMIGLIE

Consegna programma e caffè di benvenuto (musica dal vivo con il violinista Marco Rallo)

10:30 INFORMAZIONE E DISTRIBUZIONE BAMBINI NEI DIVERSI LABORATORI

11:00 INIZIO CONVEGNO – saluti delle autorità

11:30 Michela Vogrig _ presidente C.O.S.M.

Saluto e presentazione del Progetto Con.Divi.Tempo

Paola de Pauli _ ricercatrice IRES FVG

Presentazione risultati indagine

11:45 TAVOLA ROTONDA _ moderatore Christian Gretter, responsabile Area Minori Cooperativa Itaca

Interventi

Michela Vogrig _ presidente C.O.S.M.

Paola De Pauli _ ricercatrice IRES FVG

Michela Gasparutti _ presidente Assemblea dei Sindaci Ambito di Tarcento: I ruoli delle amministrazioni nei progetti di sviluppo di comunità

Gabriella Simeoni _ Associazione genitori: I progetti visti da dentro: come i genitori hanno vissuto la progettazione e la realizzazione delle varie azioni.

Cristiana Carrieri _ assistente sociale: Le azioni per costruire una rete sociale: solo una risposta ai bisogni o una opportunità di crescita per la comunità?

Tiziana Cavedoni _ dirigente scolastico a Tricesimo: La scuola nella comunità, incontri azioni sinergie

Aluisi Tosolini _ scrittore, docente universitario, dirigente scolastico a Parma: Il tempo del gioco, valore per un miglioramento costante della qualità di vita

Alessia Rosolen _ assessore regionale al lavoro, università e ricerca, delegato alle pari opportunità e politiche giovanili: Considerazioni, visioni della Giunta della Regione

Friuli Venezia Giulia in merito ai progetti di promozione della qualità della vita

13:00 “AZIONI POSITIVE PER LA COSTRUZIONE DI UN’ALLEANZA EDUCATIVA DI COMUNITÀ” _ PERCORSI DI CITTADINANZA ATTIVA… METTIAMOCI IN DISCUSSIONE”

interventi del pubblico

13:30 CHIUSURA CONVEGNO

13:30 CHIUSURA LABORATORI BAMBINI/RAGAZZI

pausa pranzo (musica dal vivo dal Comune di Lusevera)

14:30 Rafaela Siles Rubio _ coord. Coop. Itaca: I servizi ed i risultati

14:30 Genitori di Povoletto: lettura animata

15:15 Genitori e ragazzi di Tricesimo: teatro

I 4 ELEMENTI – LABORATORI PER BAMBINI/RAGAZZI

per giocare, per stare assieme, per imparare

“perchè sì! e perchè no?”

Organizzazione dei laboratori

10:30 ISCRIZIONE RAGAZZI/BAMBINI

TEMATICA LABORATORI: I 4 ELEMENTI

1. LABORATORIO ACQUA: musica e karaoke.

2. LABORATORIO ARIA: Giocolieri “Noise” di Tolmezzo. Palloncini e bolle di sapone, diablo e altro ancora.

3. LABORATORIO FUOCO: teatro.

4. LABORATORIO TERRA: trucco viso bambini.

LETTURA ANIMATA gruppo mamme lettrici di Povoletto

MUSICA Marco Rallo

RAPPRESENTAZIONI TEATRALI a cura di Luca Mansutti e Alessandro Stefanelli

Saranno inoltre presenti gli stand di

WWF

COOP ARACON

GRUPPO PITTORICO ALCHEMILLA

COOPERATIVA ITACA

e gli stand dei laboratori creativi realizzati durante il progetto.

Fabio Della Pietra

Ufficio Stampa

Cooperativa sociale Itaca

Pordenone

www.itaca.coopsoc.it

Prot. 749

Lascia un commento