Un governo allo sfascio

Autore Antonio Borghesi

Nello scenario politico attuale, estremamente instabile, la domanda del giorno è: cosa sarà di questo governo? Durerà o cadrà? E, se sì, quando?
Il fatto certo è che questo governo è ormai allo sfascio. I rapporti tra il presidente del Consiglio e il cofondatore del Pdl sono ormai definitivamente scuciti.
Con Berlusconi che pretende le pubbliche scuse da parte di Fini, accusato dal Cavaliere di avergli dato del delinquente, dall’altra parte, il presidente della Camera che si rifiuta di incontrare Verdini, non ci pare di poter intravedere scenari alternativi alla frattura definitiva.
Si tratta, dunque, di un momento di estrema delicatezza, momento nel quale le opposizioni continuano a restare divise. Di Pietro ha lanciato a Bersani un appello più che legittimo, invitando il leader del Partito Democratico ad individuare insieme un candidato premier per il centrosinistra.
Ha ragione Di Pietro, in questo momento bisogna essere responsabili, bisogna iniziare a costruire un’alternativa per un Paese che rischia di andare allo sbando.

Lascia un commento