LA CARTA SI RICICLA E NON SI BRUCIA

Una piramide di cartone che simbolicamente rappresenta le 375mila leggi abrogate che prendono fuoco. Questa la cerimonia di presentazione del decreto legge taglia-leggi che si è svolta nella caserma dei Vigili del fuoco a Roma e a cui ha partecipato il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli. A dare fuoco alle scatole è stato, con un piccolo lanciafiamme e con un'ascia sulla spalla, lo stesso ministro Calderoli.

Il gesto di Calderoli di bruciare con il lancia fiamme le leggi abrogate dal suo ministero, anche se simbolico, è decisamente grave – come afferma il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli -“Se il ministro voleva fare un gesto simbolico, e assicurarsi lo stesso le pagine dei giornali poteva fare un gesto ad alto valore simbolico didascalico ovvero portare la carta al macero per il suo recupero.”

Noi dei Verdi insieme a Angelo Bonelli chiediamo al sindaco Alemanno di sanzionare con la multa prevista dal comune di Roma il ministro Calderoli per aver bruciato la carta, visto che in molte città italiane i cittadini che non si adoperano al riciclaggio vengono multati.

I Verdi si battono da sempre sul tema del riciclo della carta e il gesto di bruciala è di certo un gesto scorretto nei confronti dell'ambiente e dei cittadini. La carta è un materiale riciclabile, si riduce la quantità di rifiuti da trattare, dal punto di vista economico si riducono i relativi costi e dal punto di vista ambientale si riducono i danni dell'inquinamento. Inoltre è necessario un ulteriore sforzo da parte dei cittadini per favorire la corretta separazione dei rifiuti, in modo da migliorare la qualità della raccolta differenziata, così da poter avviare a riciclo un quantitativo sempre maggiore di materiali, ottimizzando i costi di processo.

Per questo il tema dell'ecologia dovrebbe essere al centro delle scelte economiche e di politica industriale di questo governo.

Lascia un commento

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy