RICICLAGGIO, DI BIAGIO (PDL), ABERRANTE CONSIDERARE IL VOTO ALL’ESTERO UN PROBLEMA

Roma, 26 febbraio 2010 – “Il voto all’estero è un diritto, certamente non è un problema né un cancro da estirpare”. Lo ha dichiarato Aldo Di Biagio, Responsabile Italiani nel Mondo del PdL, rispondendo alle molteplici dichiarazioni secondo cui verrebbe messa in discussione l’utilità del voto all’estero. “Da come si sta parlando in queste ore, – evidenzia – tutti sapevano e tutti preannunciano il marcio nelle elezioni degli italiani nel mondo, un eccesso di saccenza che delude e – a mio avviso – sposta l’epicentro del problema attuale. Siamo dinanzi ad un presunto reato grave e deplorevole compiuto da un signore, e di conseguenza è necessario ed opportuno che la giustizia faccia il suo corso, ma da qui a condannare tutto il comparto degli italiani nel Mondo e le loro modalità di esercizio di voto mi sembra qualcosa detto giusto per aprire bocca”.

“Sono d’accordo a rivedere insieme gli elementi di ciriticità della legge Tremaglia – conclude – se ne stava già parlando, ma condannare le nostre comunità, etichettarle come qualcosa di lontano dal nostro Paese e dare per scontato che per raccogliere voti è necessario pagare o agire illecitamente rappresenta un’offesa per gli oltre 4 milioni di italiani nel mondo oltre che per coloro che davvero lavorano per loro”.

Lascia un commento