Commercio Lazio. Mazzocchi (Pdl): "DURC ambulanti: la Regione Lazio fermi i Comuni"

“La Finanziaria 2010 ha approvato un emendamento con il quale fa chiarezza sulla presentazione del modello Documento Unico di Regolarità Contributiva da parte della attività commerciali su aree pubbliche sia per il rilascio dell’autorizzazione amministrativa che per il suo rinnovo annuale”. Sono le parole di Erder Mazzocchi, Consigliere regionale del Lazio.

“Secondo le nuove disposizioni le Regioni hanno la facoltà di stabilire se condizionare o meno il rilascio dell’autorizzazione per il commercio su aree pubbliche alla presentazione del DURC. Fino a quando le Regioni non saranno formalmente intervenute con l’approvazione di una legge, i Comuni non potranno pretendere dai soggetti interessati la presentazione del DURC. Per tanto si esonerano in maniera tassativa i Comuni dal richiedere agli ambulanti ogni genere di documentazione”. Prosegue Mazzocchi: “Eppure alcuni comuni del Lazio continuano a richiedere agli ambulanti di adempiere alla scadenza del 31 gennaio prevista dalla Legge 102/2009 come se nulla fosse cambiato, giustificandosi che fino a quando non riceveranno una circolare che li autorizzi a non richiedere la certificazione, proseguiranno secondo le ultime disposizioni ricevute. Come sappiamo la regione Lazio al momento non può legiferare – conclude Mazzocchi – pertanto ho chiesto alla Direzione Regionale delle Attività Produttive, facendomi portavoce anche di quelle che sono le richieste dell’A.C.A.R. (Associazione Culturale Ambulanti Roma), se non sia opportuno inviare una comunicazione ai Comuni in cui si chiarifichi la lettura della norma e l'intenzione della Regione a legiferare in materia appena il nuovo Consiglio si insedierà”.

Lascia un commento