DEGRADO ROMA: CONSIGLIERI UDC; “NEI MUNICIPI SOLO INTERVENTI SPOT”

“Rimozione cartelloni pubblicitari abusivi in corso in questi giorni azione palliativa”

“Condividiamo a pieno la mobilitazione ed il grido d’allarme sullo stato di degrado e sporcizia presente nelle strade della città lanciato dal coordinamento residenti Città storica, che riunisce 18 associazioni dal centro all´Eur, da San Lorenzo a Trastevere, e la Rete di mutuo soccorso delle periferie, che raccoglie circa 40 associazioni e comitati da Tor Tre Teste alla Bufalotta, da Tor Pignattara a Tor Bella Monaca.” – è quanto dichiarano i Cons. Municipali dell’UDC di Roma Fabrizio Matturro X, Patrizia Platania VII, Francesca Barbato XII, Carlo Imperi I e Francesco Capoccia XI –

“Poiché è sotto gli occhi di tutti i cittadini la triste realtà che Roma non è per nulla cambiata dopo l’ avvicendamento Veltroni Alemanno. E’ necessario un cambio di rotta – proseguono – da parte della Giunta Capitolina e che siano proprio le associazioni più rappresentative dei territori romani a chiedere un patto anti degrado è il segno evidente di come l’attuale governo di Roma, in 2 anni di lavoro, ha totalmente trascurato il dialogo con i cittadini ed il loro coinvolgimento nei processi partecipativi sui grandi problemi delle città.”

“Un esempio concreto è il palliativo della rimozione dei cartelloni pubblicitari abusivi in corso in questi giorni. Siamo molto contenti – aggiungono – di vedere rimossi i cosiddetti cartelloni selvaggi, ma questo sta avvenendo dopo 2 anni di totale assenza di interventi da parte della Giunta e soprattutto senza il coinvolgimento dei Municipi, che invece da sempre segnalano quelle che sono le situazioni di abusivismo ed illegalità legate al fenomeno dei cartelloni pubblicitari.”

“Un intervento spot – concludono i Consiglieri Municipali dell’UDC . che di certo non risolve i problemi di sporcizia e degrado della città.”

Lascia un commento