Berlusconi attacca i magistrati a Ballarò, il commento di Soldà 

Il vicepresidente dell'Italia dei Diritti: “Inopportuno calunniare delle persone che fanno solo il loro lavoro”

Roma, 28 ottobre 2009 – “Il signor Berlusconi non può permettersi di attaccare e offendere delle persone come i magistrati, i quali non fanno altro che rispondere alla legge e in particolar modo alla Costituzione”. Queste le parole di Roberto Soldà, vicepresidente del movimento Italia dei diritti, riguardo all'intervento a sorpresa di Silvio Berlusconi ieri sera al programma di Raitre Ballarò.
Il presidente del Consiglio nel giorno della sentenza d'appello del processo Mills ha attaccato i giudici, in primo luogo e in particolare i Pm, ritenendoli comunisti e “vera opposizione del nostro Paese”.
“Tutti i cittadini – ha concluso l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -, compresi il presidente del Consiglio, non possono rivolgersi in questi termini ai giudici, soprattutto dopo l'emissione di una sentenza”.

Lascia un commento