Lezione di legalità  alla scuola europea Einstein di BerlinoRaffaele Cantone e Laura Garavini (PD)

“La legalità è un albero da curare ogni giorno.”

“Negli ultimi anni la lotta alla mafia ha ottenuto dei risultati straordinari. Tutti i più importanti boss mafiosi sono ora in carcere.” Ha detto il magistrato antimafia Raffaele Cantone in un incontro con gli studenti organizzato dall’associazione ‘Mafia? Nein, danke’ all’Istituto Einstein di Berlino. “L’Italia non è un Paese di mafiosi, ma è prima di tutto un Paese di persone che lottano per la legalità e si oppongono al crimine organizzato. Ci sono tanti uomini ed associazioni che nella vita di tutti i giorni si impegnano per la legalità. Sono loro l’esempio da valorizzare e da seguire.” Cantone ha risposto alle numerose domande degli studenti a cui ha spiegato, tra le altre cose, l’importanza delle leggi antimafia ed i meccanismi attraverso i quali la criminalità organizzata influenza la vita economica e politica in Italia ed all’estero.
“La legalità è un valore prezioso e va difeso con impegno e costanza,”, ha dichiarato Laura Garavini, componente della Commissione antimafia del Parlamento italiano e presidente onorario dell’associazione ‘Mafia? Nein danke! e.V.’, che ha organizzato l’iniziativa nell’ambito della ‘Seconda settimana della legalità e del gusto di vivere’ a Berlino. “Siamo felici di essere nuovamente ospiti della scuola Einstein,” ha proseguito la Garavini. “Lo scorso novembre, nel contesto della prima edizione della settimana della legalità, avevamo piantato nel cortile della scuola un ‘albero della legalità’. Non solo l’albero è stato accudito molto bene dai ragazzi,” ha concluso la deputata, ”ma dalle numerose ed interessanti domande che oggi hanno rivolto al giudice Cantone, si vede quanto sia sempre più intensa la loro sensibilità e la voglia di impegnarsi in nome della legalità.”

Lascia un commento