Mafia: Lumia (Pd), Arresti a Caccamo, duro colpo a Cosa nostra

Mafia: Lumia (Pd), Arresti a Caccamo, duro colpo a Cosa nostra
Roma, 10 giugno 2009 – “I tre arresti a Caccamo nel palermitano rappresentano un duro colpo a Cosa nostra. Si tratta di esponenti mafiosi che con il boss Diego Guzzino hanno guidato Cosa nostra in un mandamento strategico, che ha sempre avuto dei capi di primo piano, per ultimo Nino Giuffrè oggi collaboratore di giustizia”. Lo dichiara il senatore del Partito Democratico, Giuseppe Lumia, commentando l'operazione della Procura di Palermo, della squadra mobile e degli agenti del Commissariato di Termini Imerese che ha decapitato il mandamento di Caccamo.
“Diego Guzzino, Giorgio Liberto, Puccio Salvatore, D'amico Vincenzo e Cecala Emanuele hanno guidato Cosa Nostra. Su Priolo vorrei ricordare un particolare: pochi mesi fa feci un comizio a Caccamo dove, come sono abituato, feci alla presenza dei mafiosi i loro nomi e cognomi. Alla fine del comizio uno di questi venne a protestare, inveendo contro di me. Si trattava, per l'appunto, di Gioacchino Priolo, notoriamente ritenuto autista e prestanome di Diego Guzzino. Con suo stupore, di fronte alla sua reazione, non arretrai di un passo e continuai a definirlo mafioso”.
“Con Mico Geraci – conclude Lumia – provammo a spazzare via dal comune di Caccamo la presenza di Cosa nostra, per far emergere una classe dirigente in grado di coniugare legalità e sviluppo. Mico Geraci allora fu ucciso quando si candidò a sindaco. Mi auguro che su questo caso si vada avanti e si arrivi ad accertare tutte le responsabilità”.

Lascia un commento

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy