EUROPEE: MORRI, IL VIRUS IMPUNITA’ SI STA DIFFONDENDO DA BERLUSCONI ALLE RETI MEDIASET

“Sono proprio curioso di sapere cosa pensa l'Autorità presieduta da Calabrò dello spot di 47 minuti che il presidente del Consiglio ha potuto fare oggi su Mattino Cinque.” Lo afferma il senatore Fabrizio Morri, capogruppo del Pd in commissione di Vigilanza.
“Non dovrebbe essere ignoto infatti – aggiunge – che è in vigore la delibera 59/09 che vieta la partecipazione dei politici e dei candidati, a qualsiasi titolo, nei programmi di intrattenimento, mentre nelle trasmissioni di comunicazione politica deve essere garantita un'equilibrata e pluralistica presenza, nonché parità di trattamento. Tutto questo oggi non si è verificato. Anzi, siamo di fronte ad una palese volontà di travalicare senza ritegno il rispetto di ogni regola e legge”.
“Non è la prima volta – conclude Morri – che le reti di Berlusconi mettono in atto tali comportamenti come dimostra la multa inflitta pochi giorni fa dall'Agcom al Tg di Emilio Fede che aveva ignorato ogni precedente richiamo. Mediaset si sta quindi distinguendo non per essere un'azienda televisiva nazionale imparziale, ma come uno strumento per favorire la campagna elettorale del suo proprietario, anche a costo di violare le leggi. Non vorremmo che l'arrogante virus dell'impunità si sia ormai pericolosamente diffuso dal presidente del Consiglio alle sue televisioni”.

Lascia un commento