Operazione trasparenza: Si conferma, ad aprile 2009, la riduzione del 30% delle assenze per malattia

Non si registrano significative variazioni al trend dei dati regionali

La flessione delle assenze per malattia retribuite e non, nel mese di aprile 2009, continua ad attestarsi intorno al 30 per cento circa, come si evince dal prospetto su scala nazionale che è il risultato di una rilevazione inerente a oltre il 98 per cento del personale del Ministero per i beni e le attività culturali.

L’analisi di dettaglio per regione non evidenzia particolari differenze tra l’Italia del Nord, del Centro, del Sud e delle Isole. Nelle diverse aree geografiche, infatti, si registrano percentuali abbastanza omogenee di decremento delle assenze.

In tutte le regioni il dato delle assenze si attesta a intorno al trenta per cento; rientra in questa fascia anche il Friuli Venezia Giulia, mentre permane anomalo il dato relativo al Molise che fa registrare addirittura una inversione di tendenza relativamente al totale delle assenze per malattia retribuite e non retribuite (146 ad aprile 2008, 172 nello stesso mese del 2009). “Buone notizie” giungono dalla Puglia, dove le assenze per malattia risultano ridotte di quasi il 50% rispetto al mese di aprile 2008.

Le assenze “per altri motivi” non evidenziano dati particolarmente significativi, anche il Friuli Venezia Giulia “rientra” nella norma.

Si può sicuramente asserire che i valori che talvolta risultano non in linea con la media nazionale, sono destinati a non perdurare e a rientrare nella norma durante il mese successivo e, dunque, non sono particolarmente significativi.

Si indirizza ancora una volta un particolare ringraziamento agli Istituti che si sono impegnati tempestivamente nella rilevazione, dando un meritorio esempio di immediatezza, in perfetta sintonia con l’azione di rinnovamento della Pubblica amministrazione.

Prossimo appuntamento alla rilevazione dei dati relativi al mese di maggio 2009!

Lascia un commento