Site icon archivio di politicamentecorretto.com

Nasce Folder

di Massimo Donadi

L’economia è scomparsa dal dibattito pubblico. Questo governo non ha le competenze e le carte per risolvere una crisi senza precedenti, può solo concepire manovre aggravanti come la social-card, la Robin tax o svendere le compagnie di bandiera ad amici di amici. O peggio ancora utilizzare risorse di Stato, aerei inclusi, per festicciole private alla faccia di un Paese che tira la cinghia ed è vicino ad un tasso di disoccupazione reale del 10%.

Oggi nasce Folder, il Forum Liberal Democratico per l’Economia e le Riforme, un’associazione indipendente, composta da parlamentari, studiosi e professionisti, che hanno un obiettivo comune: promuovere studi, ricerche, note tecniche, workshop, dibattiti e convegni sui principali temi economici, sociali e istituzionali per il rilancio del sistema Paese.
Folder è il serbatoio di pensiero che Italia dei Valori ha come riferimento per i temi della nostra economia, sulle riforme, una base economica e programmatica da cui partire per rilanciare il sistema economico del Paese e costruire un’alternativa di Governo.
Folder nasce oggi con il battesimo de “ Il Libro Bianco su un anno di Governo Berlusconi”, un rapporto di 60 pagine, che vi invitiamo a scaricare gratuitamente, una raccolta precisa e dettagliata di tutte le menzogne e le scelte economiche inadeguate di questo Governo, costate miliardi di euro ai contribuenti.
Dal caso Alitalia, costato 4 miliardi di euro alle casse dello Stato, alle promesse non mantenute sulla riduzione delle tasse. E poi ancora, dagli investimenti promessi e non mantenuti sulle infrastrutture, alla scelta scellerata di abolire le leggi anti-evasione fiscale. Per finire, con i casi eclatanti della Robin tax, che ha aumentato la tassazione di due punti percentuali, e della Scip 2, la mega operazione di svendita degli immobili pubblici, che si è chiusa con un saldo negativo di 1,7 miliardi di euro.
Il Centro studi Folder parte oggi e porterà avanti una forte azione di semina culturale. E’ la risposta di responsabilità di Italia dei Valori ai cittadini: costruire un’alternativa programmatica per un modello di governo riformista, liberale e solidale di cui Italia dei Valori sarà promotore.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Exit mobile version