Tanto va la polemica in alto che ci cade Franceschini

Il Popolo della Libertà BRUXELLES

Tanto va la polemica in alto che ci cade Franceschini

Il dibattito politico di questi giorni è andato veramente oltre.

Nella campagna elettorale in corso per le elezioni del Parlamento Europeo si parla poco di progetti, programmi e iniziative da portare avanti al Parlamento Europeo. Nemmeno si riesce a sapere in anticipo se il PD aderirà compatto al PSE o se parte degli eletti del PD aderiranno al PPE, parte al Gruppo Liberale e parte al PSE.

In origine furono le “veline”, adesso si parla solo di una ragazza di Casoria. C'è la prima vittima di questa degenerazione: Franceschini.

Franceschini non finisce mai di stupire, lamenta che il Governo non fa abbastanza per la crisi ma non riesce a fare alcuna proposta degna di tale nome. Accusa il Governo di pensare solo ai problemi personali di Berlusconi e poi parla solo di veline e di Casoria.

Dispiace constatare che questo degrado della dialettica politica stia inficiando la visibilità di un intero Paese. Ma gli italiani sanno bene di chi è la colpa.

Gli italiani sanno giudicare e votano con coscienza e cognizione di causa.

********

BERLUSCONI: L'ultimo sondaggio da' il Pdl al 45%

“Alle prossime europee se dalle urne vengono fuori numeri come quelli degli ultimi sondaggi che ci danno al 45%, saremo il gruppo più importante nel Partito Popolare Europeo e siccome questo ha il 37% e dà il la a tutte le decisioni, avremo l’occasione, votando Pdl e non i piccoli, di avere più forza anche mandando un nostro presidente, Mario Mauro, al Parlamento europeo”.

Lo ha affermato Silvio Berlusconi, intervenendo all’assemblea della Confesercenti.

Lascia un commento