L’Associazione Mantovani nel Mondo adotta una giovane coppia abruzzese in difficoltà 

Daniele Marconcini Presidente dell'AMM Onlus nel ricordare lo slancio
generoso delle comunità italiane all'estero a favore delle popolazioni
terremotate, attraverso l'Associazionismo, ha evidenziato come ora sia il
momento degli aiuti mirati a quelle situazioni personali e familiari che
rischiano di degenerare nell'indigenza o che abbisognano di un continuo
sostegno sociale.

“Per questi motivi ” ha dichiarato Marconcini ” abbiamo accolto l'appello
del regista abruzzese Dino Viani, per un aiuto economico in favore di una
giovane famiglia,vittima del terremoto del 6 aprile in Abruzzo, in grave
emergenza economica. Il contributo devoluto è costituito da parte delle
quote sociali degli aderenti al nostro sodalizio e potrà essere integrato da
ulteriori offerte “.
La famiglia aiutata dall'AMM Onlus è composta da Sascia Sciacquatore venti
anni, Ludovica Marini 18 anni, il piccolo Massimo di due anni e la sorellina
Benedetta ancora ricoverata presso l'ospedale di Pescara ,essendo nata
prematuramente. “La storia di questi ragazzi e il loro coraggio rimandano a
vicende che appartengono alla letteratura classica” ha affermato Dino Viani.

Questa la vicenda umana della famiglia Sciacquatore.

Sascia, orfano di padre morto all'età di 43 anni d'infarto, dopo averne
passato 30 vittima della tossicodipendenza, all'indomani della morte del
padre, decise di cambiar vita abbandonando la madre definitivamente, essendo
da sempre assente dalla sua vita. La strada fu il luogo di adozione per
Sascia che avrebbe potuto in più occasioni perdere la dritta via, invece
egli non si arrese mai accettando tutti i lavori che gli si prospettavano,
anche quelli più dequalificanti e umili. Incontrata Ludovica che all'epoca
aveva sedici anni, dopo aver scoperto che aspettava un bambino, decise di
comune accordo di tenerlo contro la volontà della famiglia di lei che arrivò
a denunciare lui e ripudiare lei.
I due giovani decisero di andare a vivere da soli, in attesa che Massimo
nascesse. I problemi per Sascia erano sempre più insormontabili, dovendo
cambiare diversi lavori, sempre in nero, sempre mal pagato e sfruttato
indegnamente. Nel Marzo 2009 nacque prematuramente la secondogenita
Benedetta nell'ospedale dell'Aquila. La mattina del sisma la bambina fu la
prima ad essere trasportata in eliambulanza nell'ospedale di Pescara,
all'insaputa dei genitori che la cercavano disperatamente tra le macerie e
le incubatrici rovesciate a terra.
Sascia, a causa del terremoto, è ora disoccupato, disperato; la bambina sarà
in settimana dimessa dall'ospedale. Da qui l'appello di Dino Viani al
Presidente dell' Associazione dei Mantovani nel Mondo Daniele Marconcini.
“Hanno bisogno di tutto, mi rivolgo a te alla sensibilità che la tua
Associazione ha sempre avuto verso i più deboli con la certezza che non
farete venir meno il vostro aiuto ”

I contributi vanno inviati al conto corrente dell'Associazione dei Mantovani
nel Mondo Banco di Brescia -Agenzia 1 di Mantova – Iban
IT21G0350011500000000004461 – Causale Pro – famiglia Sciacquatore -Abruzzo

www-lombardinelmondo.org

Lascia un commento