Il Premio Maiella, vetrina dell’eccellenza abruzzese e molisana

Sotto il segno della solidarietà con l’Abruzzo, colpito dal terribile terremoto del 6 aprile scorso, si è svolta a RHO (Milano) la XXII edizione del Premio MAIELLA, riconoscimento attribuito ad Abruzzesi e Molisani che “fuori regione” si sono distinti nei vari campi di attività.
Davanti ad un folto pubblico, in diversi momenti commosso, plaudente e partecipe, la cerimonia ha vissuto momenti di straordinaria intensità emotiva man mano che le diverse personalità sul palcoscenico dell’Auditorium di Via Meda a Rho raccontavano parti della loro vita, dei loro successi e delle loro attività. Forti le emozioni suscitate già all’inizio della cerimonia, da Paola Pessina con intense ed appropriate parole sia sull’attività dell’associazione, sia sul difficile momento che sta vivendo la popolazione abruzzese colpita dal sisma. Emozioni cresciute con il concerto del Coro ANA di Limbiate i cui canti hanno rievocato l’aria e il clima delle montagne abruzzesi e molisane. Applausi a non finire e, mentre il presidente del sodalizio, Domenico D’Amico, consegnava una targa ricordo al Coro, la prof.ssa Pessina, nel salutare il gruppo canoro, ha sottolineato giustamente che, “dove c’è solidarietà ci sono gli alpini e dove ci sono gli alpini c’è solidarietà”.

La cerimonia è entrata nel vivo con l’intervento del presidente dell'Associazione “La Maiella”, Domenico D’Amico, appassionato e fortemente coinvolgente, che presentando la manifestazione e le sue finalità ha dato il via al momento clou della giornata. L’assessore del Comune di Rho, Carolina Pellegrini, nel suo saluto, ha evidenziato la grande considerazione in cui in città è tenuta l’associazione culturale “La Maiella”, testimoniato peraltro dal riconoscimento che alla sua azione è venuto più volte da parte delle Istituzioni e dal Presidente della Repubblica il quale, anche quest’anno, ha inviato all’associazione il suo plauso e la sua medaglia. Si è passati quindi alla consegna dei Premi. Momenti di grande e solidale partecipazione del pubblico presente alla testimonianza di Dante Marianacci, poeta, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Vienna (Austria), con i ricordi e l’amore per l’Abruzzo di Luigi Savina, attuale Questore a Padova, con la ricca e “miracolosa” esperienza di Ernesto Sirolli “facilitatore di imprese” in tante parti del mondo, giunto appositamente dalla California.
Come ha sottolineato la parlamentare Europea, Patrizia Toia, che insieme all’Assessore Carolina Pellegrini e alla senatrice Giuliana Carlino ha premiato Dante Marianacci, rivolgendosi a tre premiati ed al pubblico, “il Premio MAIELLA è, fin dalla sua prima edizione, la “vetrina dell’eccellenza dell’Abruzzo e del Molise”. Il suo ricco palmarès di personalità che hanno calcato in oltre 20 anni il palcoscenico dell’Auditorium di Rho è una splendida ed efficace carta di identità delle caratteristiche della gente abruzzese e molisana che ha saputo conquistare, in ogni dove, rispetto e prestigio.”

Sulla stessa lunghezza gli interventi dell’on. Vinicio Peluffo e del consigliere regionale del Molise, Rosario De Matteis che hanno consegnato la medaglia del premio e la pergamena a Luigi Savina e poi la vicepresidente della Provincia di Milano, Arianna Cavicchioli, il Sindaco di Pregnana Milanese, Sergio Maestroni con l’assessore Enrico Ceccarelli che hanno premiato Ernesto Sirolli. Applausi calorosi anche per Angiolino D’Orazio, sindaco di Altino (Chieti), paese natale di Ernesto Sirolli.

L’emozione è stata massima quando il presidente D’Amico ha parlato dell’immane tragedia provocato dal sisma e ha innanzitutto ringraziato i diversi gruppi di volontariato rhodense immediatamente accorsi in soccorso della popolazione aquilana. Un particolare grazie è stato rivolto al Gruppo Alpini di Rho, al nucleo rhodense della Protezione Civile, ai volontari di “Rho Soccorso” che sono stati e sono ancora all'Aquila e dintorni. Ha quindi elencato la lunga serie di iniziative di solidarietà che si sono sviluppate nel territorio rhodense, nella provincia di Milano e in altre parti d’Italia ad opera delle associazioni abruzzesi e molisane e della FIAA (Federazione Italiana delle Associazioni Abruzzesi). In particolare D’Amico ha ricordato: “Un sorriso per l’Abruzzo”, quadrangolare di calcio con la Selecao Sacerdoti Calcio, la Nazionale Italiana Nuoto, la Nazionale Agenti Immobiliari e gli All Star dello Spettacolo, TV e Sport; il grande match di Rugby a Milano dell’Amatori Rugby con le famose “Zebre”, le iniziative di solidarietà delle diverse scuole elementari e medie di Rho; “Insieme per ricominciare” ad opera di giovani aresini del 29 maggio; la rassegna di Cori Gospel a Pero il 6 giugno; la grande “Festa Nerazzurra per l’Abruzzo” dal 2 al 14 giugno a Cornaredo, per iniziativa del locale Inter Club; la serata di danza con diverse scuole di ballo di Rho e dintorni; il concerto “in omaggio all’Abruzzo” a Milano nella Chiesa di San Marco; il “Concerto per L’Aquila” dell’Associazione “Amici del Folkaos” di Milano. E poi ancora le iniziative svolte dai sodalizi abruzzesi e molisani a Torino, Bologna, Padova, Firenze, Roma, Gorizia, Verona e all’estero.

Una solidarietà che non si ferma e che andrà avanti anche dopo l’estate. Sono già in programma, alla ripresa post feriale, diverse iniziative fra cui una grande rassegna dei Cori delle molte Chiese del Decanato di Rho dal titolo “…. che le pietre tornino a cantare” ; la mostra fotografica “L’Aquila com’era, L’Aquila com’è”, una serie di incontri e testimonianze dal terremoto e la proiezione del cortometraggio sul terremoto del regista abruzzese Dino Viani, presentato, fuori concorso, al Festival di Cannes. Molti dei protagonisti delle diverse iniziative erano presenti e sono stati invitati sul palco a ricevere il meritato plauso del pubblico. Interessante e significativa la partecipazione alla cerimonia di altre autorità come Pio Marchetti, il Sindaco di Zone (Brescia), e delegazioni di altre associazioni regionali, fra cui il presidente e il vice presidente dell’Associazione “Amici abruzzesi” in Verona, i rappresentanti dell’associazione “Mantovani nel Mondo”, dell’Associazione “Gente Camuna“ di Zurigo, dell’Associazione Regionale dei Pugliesi in Lombardia e dell’Associazione dei Lucani a Milano con le quali l’associazione “La Maiella” conta di ampliare il già proficuo rapporto di collaborazione.

Dopo aver dato lettura dei numerosi messaggio giunti dai Presidenti della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, della Regione Molise, Michele Iorio, dal Prefetto di Milano, dr. Lombardi, dell’on. Antonio Di Pietro, che ha inviato un suo personale contributo economico in favore dei terremotati, e di diverse autorità, la manifestazione si è conclusa con un corale applauso ed un ideale abbraccio alla gente d’Abruzzo, colpita dal terremoto, e con la riconferma del Premio MAIELLA quale prestigioso evento che onora la città di Rho,la provincia di Milano e le tre regioni a cui l’associazione “La Maiella “ fa riferimento: Lombardia, Abruzzo e Molise.

Associazione “La Maiella”
Ufficio Relazioni Esterne
Rho, 25 maggio 2009

Lascia un commento