Inscatolati Fiat a Bruxelles

Stavolta chiusi dentro, ci sono finiti tre dirigenti, due belgi e un italiano, della Fiat di Bruxelles: 24 mani operaie.
Ne dà notizia l’agenzia di stampa AKI-ADNKRONOS: “Tre dirigenti della Fiat sono stati rinchiusi dentro due stanze della concessionaria multimarca del gruppo a Bruxelles da alcuni lavoratori che protestavano per un piano di licenziamenti… i tre dirigenti, di cui uno proveniente dall’Italia, sono stati bloccati intorno alle 13.45.
Sono stati rinchiusi nella concessionaria multimarca del gruppo, dove era in corso un confronto con il sindacato sul piano di ristrutturazione che prevede un taglio di organico di 24 persone su 90 addetti“.
Abel Gonzales, sindacalista della Fgtb, parlando con i giornalisti ha dichiarato: “Stiamo negoziando dal 12 dicembre e non è successo nulla. Ora non si esce dalla stanza finchè non si trova una soluzione” .
Prima azienda italiana a “subire” l’incubo della chiusura, perchè vuole “ristrutturare”.

Diciamo che gli operai hanno fatto il Punto della situazione…e il Lingotto mantiene i contatti.
Sembra sia nuvoloso il tempo a Bruxelles: Lapo torna da Fazio e dicci Che tempo che fa nei prossimi giorni, per le Feste…

VIDEO E LINK SU

Lascia un commento