Il Lusso della Protesta al Punto G

Hanno corso oggi e correranno domani e ancora di più intorno al punto G, tranne uno che è morto.
Il loro punto G dicono non abbia capacità operative, ma solo il compito, discutendo, di indicare dove intervenire al meglio nell’economia, nel sociale, nell’ambiente, nel contrasto dell’attività terroristica. Da sei che erano nel 1975, si concupiscono in otto: Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito,Russia, Stati Uniti d’America.

Sono passati anni e cosa è esattamente cambiato in questo SistemaMondo, in questa povera vita mia?
Sono diventati 20 al summit e allora “Migliaia di manifestanti al grido di “aboliamo i soldi” sono affluiti davanti alla Banca d’Inghilterra, a Londra, per protestare … “
Ritorna alla mente curre curre guagliò…
Distruzione e panico queste le emozioni che solleva la protesta: Una filiale della Royal Bank of Scotland, la banca salvata dalla bancarotta grazie all’intervento del governo britannico, e’ stata presa d’assalto da alcuni manifestanti nel centro di Londra.. scritte eloquenti sotto il logo della banca: ‘ladri’…La polizia ha fatto irruzione nella filiale della Royal Bank of Scotland che era stata presa di mira dai manifestanti anti-G20 che hanno invaso la City di Londra, alcuni dei quali erano penetrati nella banca. I dimostranti hanno iniziato a tirare mobili e suppellettili dalle finestre dell’ufficio. La strada, Threadneedle street, e’ stata isolata, insieme a quelle adiacente. Secondo Scotland Yard, finora 23 persone sono state arrestate…

E intanto a Grenoble sono stati liberati dopo aver passato la notte sulla moquette, i quattro manager della caterpillar di Grenoble, trattenuti in ostaggio da ieri dai dipendenti del gruppo che aveva annunciato 733 licenziamenti.

Si legge che in tutta Europa si manifesta un movimento che sfida la crisi e attacca le banche. Dipende da quale punto di vista si osservi la lettera G: “forse un tossico che muore proprio sotto al tuo balcone forse un inaspettato aumento d’ ’o pesone forse nu licenziamento in tronco d’ ’o padrone forse na risata ’nfaccia ’e nu carabiniere
non so bene non so dire dove nasca quel calore ma so che brucia, arde e freme e trasforma la tua vita no tu non lo puoi spiegare una sorta di apparente illogicità ti fa vivere una vita che per altri è assurdità
ma tu fai la cosa giusta te l’ha detto quel calore ti brucia in petto è odio mosso da amore”
Ci si aspetta di più che una passeggiata simbolica, ci si apetta di più dalla parte “radicale” della protesta, gli autonomi e gli anarchici, ci si aspetta l’attacco al cuore della Finanza Globale, al punto G, lo spettacolo…

La Banca mondiale ha annunciato il suo Pil, calato dell’1,7. Cifre che sembrano senza senso alcuno.”Si può vivere una vita intera come sbirri di frontiera in un paese neutrale, anni persi ad aspettare qualcosa qualcuno la sorte o perché no la morte ma la tranquillità tanta cura per trovarla sì la stabilità un onesto stare a galla è di una fragilità guagliò è di una fragilità guagliò…
Scriveva Pier Paolo Pasolini ” Io muoio, e anche questo mi nuoce”.
E scriveva mio figlio per un altro scomparso recente ad alcuni di noi molto caro: “…ce ne andiamo così per terra in strane posizioni, magari un braccio alzato o un pugno chiuso o una gamba rivoltata, disumanamente ribaltata, non posso dire altro che musica che ritmo che inutilità”.
Altrimenti ditemi a che serve l’indignazione e contro chi? Non siamo in vendita.

Doriana Goracci
n.b. le parole virgolettate non citate, sono tratte da testi dei Posse 99 e agenzie di stampa

Lascia un commento