Grande successo per l’evento "La donna nell’arte". Crescono del 13,2% i visitatori e dell’8,32% gli introiti

“La donna nell’arte” – iniziativa del MiBAC per la Festa della donna dell’8 marzo – ha avuto un successo significativo. Con l’ingresso gratuito per tutte le donne nei luoghi d'arte statali il numero di visitatori nei musei e nei siti archeologici più importanti è aumentato del 142% rispetto alla media giornaliera mensile, passando dai 19.688 visitatori/giorno di gennaio alle 47.768 unità dell’8 marzo. La terza edizione de “La donna nell’arte” ha anche registrato un incremento sia dei visitatori (+13,2%) che degli introiti lordi (+8,32%) rispetto all'anno scorso. Quest'anno infatti quasi 90.000 persone hanno affollato musei e siti archeologici statali nel giorno della donna contro le 79.500 dello scorso anno, portando l’incasso di 168.361 euro, mentre nel 2008 si arrivò a 155.431 euro.

Fra i siti con una tendenza in crescita si trovano il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo a Roma, gli scavi di Ostia antica, Villa d'Este a Tivoli, il museo di Palazzo Ducale a Mantova, il Complesso Vanvitelliano di Caserta e il Museo Archelogico di Venezia.

“L'iniziativa – ha dichiarato il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi – simile a quella ideata per il giorno di San Valentino, “Innamorati dell'arte”, che prevedeva l'ingresso di due persone al prezzo di un solo biglietto, conferma la validità degli eventi di promozione del patrimonio culturale italiano e dimostra la fame di cultura che c’è nel nostro Paese. Sono segnali incoraggianti, che spero trovino prossime conferme”.

Lascia un commento