I futuri candidati del PIE non si avvarranno in nessun modo dell’art. 67 della Costituzione

Il mandato senza vincolo[67] non dobrebbe far parte dello Statuto del Progetto PIE”

La cosidetta Casta, nel corso dei decenni si e’ forgiata innanzi tutto per la mancanza di simbiosi tra cittadino e legislatore. L’articolo 67, la mancanza di un vincolo soggettivo al mandante (popolo sovrano) ha dato origine a ribaltoni di dubbia ed etica natura, allontanando sempre di piu’ il cittadino dalla Politica. L’antipolica nasce quando il politico in primis non ascolta i propri elettori. Personalmente vedrei bene quest’articolo abolito del tutto. Fu istituito tenendo presente la norma del divieto del mandato imperativo, inoltre la mancanza di una responsabilita’ giuridica dei politici, lo pone (il parlamentare) al di sopra non solo del partito d’appartenenza ma anche degli stessi programmi elettorali. E’ vero che all’interno dei partiti odierni esistono sanzioni disciplinari, come l’espulsione ma non sempre queste misure funzionano. Colui che si candida in un partito o coalizione dovrebbe durante il suo mandato, attenersi ai programmi precostituiti. L’eletto, il rappresentante, che per la via di Damasco scopre che il mandato conferitogli dai suoi elettori o meglio la linea adottata dal partito o dalla coalizione, si sovrappone agli orientamenti personali, si deve dimettere non solo dal partito ma anche da parlamentare e il primo dei non eletti prende il suo posto. Quante legislature avrebbero potuto salvare se si fosse applicata questa regola? Esempio evidente, nel 2006 il governo Prodi cade per soli tre voti, E’ assurdo che una legislatura cada, sotto i ricatti di pochi parlamentari, i quali non rappresentano l’intero Paese. E’ utopistico auspicare un sistema elettorale a prova di ricatti politici, altresi continuare senza un’autoregolamentazione innovativa, in primo luogo ai vertici dei partiti e successivamente costituzionale, significherebbe bloccare ogni progresso reale di Democrazia Diretta e Sovranita. Popolare. Da che mondo e’ mondo, l’eccessivo libero arbitrio e’ stato la cusa di molte problematiche umane.

Lascia un commento