A Porto Alegre e Caxias do Sul l’On. Porta (PD) incontra la comunità  italiana, il mondo delle imprese e gli alunni delle scuole pubbliche

Prima di rientrare a Roma per l’ultima settimana di lavori parlamentari di questo 2008, l’On. Fabio Porta ha voluto mantenere anche quest’anno l’impegno con la collettività italiana del Rio Grande del Sud, partecipando ancora una volta al tradizionale evento “Natale Insieme” organizzato presso la Pontificia Università Cattolica di Porto Alegre.
Alla festa natalizia hanno partecipato più di quattrocento persone, quasi tutti discendenti di quella che e’ una delle maggiori comunità italiane residenti in Sudamerica.
Presenti anche il Console Generale d’Italia Francesco Barbaro e – ovviamente – gli organizzatori dell’evento, Antonio Alberti e Carlo Bicchieri.
Il deputato italiano ha proseguito la sua visita nello Stato del Rio Grande del Sud recandosi in visita a Caxas do Sul, la seconda citta’ dello Stato e uno dei maggiori centri industriali del Brasile.
A Caxias l’On. Porta e’ stato ricevuto dall’intera presidenza della CIC, la locale Camera di Commercio, fondata da italiani oltre un secolo fa e tuttora molto attiva nell’interscambio commerciale con l’Italia.
Rientrato nella capitale ‘gaucha’ il parlamentare del Partito Democratico ha incontrato, presso la sede dell’Assemblea Legislativa dello Stato, i rappresentanti delle associazioni italiane della capitale e di alcuni centri dell’interno dello Stato.
Nel corso dell’incontro, al quale ha anche partecipato la Consigliera Comites e candidata del PD alle ultime elezioni Claudia Antonini, l’On. Porta ha tracciato un primo bilancio della sua esperienza in Parlamento, ascoltando poi le suggestioni e le rivendicazioni dei vari partecipanti.
Infine, un entusiasmante e commovente incontro con i bambini della scuola dell’obbligo del municipio di Porto Alegre, alunni dei corsi di lingua italiana organizzati dall’assessorato alla pubblica istruzione.
A loro il deputato italiano ha parlato della storia dei nostri emigranti e della situazione dell’Italia di oggi, annunciando anche la prossima donazione – grazie al contributo di alcune case editrici italiane – di libri per la costituzione della prima biblioteca di italiano destinata alle scuole pubbliche della capitale del Rio Grande del Sud.

Lascia un commento