TREDICESIME, UN ‘BOLLINO’ CONTRO IL CAROVITA

“Far ripartire i consumi adottando l’idea di alcune confederazioni che in collaborazione con le associazioni di consumatori, hanno chiesto di aderire a delle campagne contro il carovita, effettuando sconti del 25% all’interno dei propri esercizi, proprio per incentivare gli acquisti. Una iniziativa simile si è adottata già in alcune grandi catene di distribuzione che hanno bloccato i prezzi o in alcuni bar che hanno creato una forma di menù per la colazione a prezzo fisso. Dobbiamo concepire il mese della tredicesima come una occasione unica per immettere denaro nel commercio ed è per questo che dobbiamo applicare una politica che vada nella direzione diametralmente opposta ai soliti rincari delle feste natalizie”.

Con queste parole Antonio Mazzocchi, Deputato del Popolo della Libertà e Presidente dei Cristiano Riformisti ha commentato l’iniziativa ‘Salviamo la tredicesima’ proposta dalla Cidec.

“Rimettere in moto il commercio e far ripartire i consumi deve essere il nostro obiettivo e pertanto ci facciamo sostenitori di questo accordo tra associazioni, operatori e consumatori che vede da una parte qualche piccolo sacrificio, in cambio però di un maggiore volume di affari. Il tutto grazie ad un bollino di riconoscimento con il quale si possono vedere gli esercizi che aderiscono a questa forma di ‘spesa sicura’.

Salvare le tredicesime degli italiani è un punto prioritario della nostra politica economica. Il rilancio dell’economia – conclude Mazzocchi – parte proprio dalla buona volontà e dall’accordo tra consumatori e commercianti affinché si possano rilanciare i consumi e tornare a creare nuovo sviluppo e nuova occupazione”.

Lascia un commento