“Sostenete gli emendamenti dell’opposizione per fermare i tagli contro i connazionali nel mondo”

L’on. Laura Garavini al Comitato per gli italiani all’estero

„Sarebbe auspicabile che il Comitato per gli italiani all’estero nel suo insieme, e non solo l’opposizione, contribuisse a creare la necessaria pressione politica per fermare i tagli contro gli italiani all’estero previsti nella Finanziaria e per evitare che vengano fatte slittare le elezioni Comites”. Con un appello ad una resistenza comune contro la politica governativa verso gli italiani nel mondo l’on. Laura Garavini (PD) è intervenuta nella seduta odierna del Comitato.

La deputata eletta nella circoscrizione Europa nel suo discorso si è rivolta ai componenti del Comitato espressione della maggioranza spingendoli “a sostenere gli emendamenti presentati dall’opposizione per garantire il futuro delle scuole italiane all’estero, dell’offerta culturale, dell’assistenza sociale, del sostegno per i giovani, della rappresentanza Comites e per garantire l’abolizione dell’ICI per tutti i connazionali all’estero. Mi auguro che il Comitato per gli italiani all’estero nel suo insieme contribuisca a creare le condizioni politiche che possano far passare i nostri emendamenti a favore degli italiani nel mondo. Gli emendamenti possono avere successo solo attraverso una chiara pressione politica”.

La Garavini ha contestato il comportamento del Presidente del Comitato, Marco Zacchera, che alcune settimane fa aveva chiesto in Commissione Affari Esteri uno spostamento delle elezioni Comites attraverso un ordine del giorno, non discusso nel Comitato. “Sarebbe stato indicato che il Presidente, prima di avanzare questa richiesta, avesse dato occasione al Comitato di esprimersi in materia”, ha detto la Garavini. I deputati PD eletti all’estero chiedono di far svolgere le elezioni Comites, come previsto dalla legge, nella prossima primavera. Secondo il PD i rappresentanti della maggioranza chiedono invece uno spostamento temendo una chiara sconfitta delle liste filo-Pdl a causa dei tagli inflitti dal Governo agli italiani all’estero.

Lascia un commento