Partito Italiani all’ Estero: Dio ci salvi dall’ America !!!

Ho appena letto l’ articolo dettagliato di Roberto Marchesi : “ Le elezioni Americane viste da uno che ha gia' votato “ sugli “sprechi “ americani durante le campagne elettorale’ le quali dovrebbere condurre alla Casa Bianca la persona piu’ adatta a governare la piu’ “grande democrazia “ sulla terra. In uno Stato definito “democratico” e in recessione con al suo carico quasi 40 milioni di persone che vivono sotto la soglia della poverta’ e altri 50 senza cure adeguate perche’ troppo costose c’e’ da chiederci cosa succederebbe in Italia se a qualcuno venisse in mente di instaurare un sistema analogo. Berlusconi dovrebbe chiedere al Signore di farlo vivere sino a 200 anni. Piu’ che democrazia io la chiamerei pazzia vera e propria sia a livello economico che a quello politico. Senza entrare nel merito del sistema elettorale che a mio parere mi sembra un po’ troppo automatizzato anche se un sistema vale l’ altro. Trovo strano che in un momento di crisi del Capitalismo mondiale i due pretententi alla Cupola si permettono di spendere fiuor di milioni in spots pubblicitari , pur di vincere. Il deficit nazionale procapite americano poi non si allontana di troppo da quello italiano. Tutti sappiamo che in una qualsiasi crisi economica chi lo pigna nel …sono sempre I meno…e I tagli che sta attuando il governo Belusconi ne sono la prova indiscussa. Da non dimenticare che il parlamento italiano in piana crisi e mentre prostettavano I tagli all’ scuola hanno pensato per risolvere il tutto aumentandosi lo spidendio. Non vorrei apparire troppo pessimista e catastrofico ma in Italia se non si cambia subito la legge elettorale, si va verso un sistema simile ( molto simile ) a quello americano. C’e’ proprio da dire” Dio ci salvi dall’ America”

Lascia un commento