L’on. Laura Garavini sulla manifestazione a Roma: Applausi speciali per gli italiani arrivati dall´estero

“È stata una grande emozione. Lungo il corteo abbiamo riscontrato tante reazioni positive alla nostra presenza alla manifestazione: la gente, al nostro passaggio con gli striscioni, ci applaudiva e ci incitava gridando “bravi!”. Gli applausi erano particolarmente forti per i 50 democratici e democra tiche che da Stoccarda e dintorni hanno raggiunto Roma dopo un viaggio di 16 ore in pullman”, racconta l’on. Laura Garavini traendo un bilancio della partecipazione degli italiani all’estero alla protesta di sabato: “La manifestazione ha dimostrato che noi italiani all’estero siamo parte integrante del PD e il PD sostiene con forza il nostro ‘no’ ai tagli del governo contro i connazionali nel mondo. Questo per i residenti all’estero è un messaggio importante della grande manifestazione a Roma”.

Accanto agli italiani dalla Germania al corteo erano presenti altri connazionali, per esempio dalla Svizzera, dall’Australia e dagli Stati Uniti. Sugli striscioni c’era scritto: “Tagli che sanno di vendetta – PD Germania, 2500 chilometri per esserci” e “PD mondo – Ci tagliano anche la lingua”. “La nostra partecipazione è stata registrata anche da tanti media, ad esempio repubblica.it e youdem.tv, dove alcuni di noi, partecipanti dall’estero, potevamo raccontare la nostra esperienza e parlare delle nostre richieste”, racconta la Garavini.

Gli italiani all’estero, dice la deputata eletta nella circoscrizione Europa e componente della Direzione Nazionale del PD, “sono grati a Veltroni di essersi rivolto nel suo discorso anche questa volta agli italiani all’estero – a differenza del Premier Berlusconi e della sua maggioranza che si dimentica regolarmente di noi e non perde occasione per danneggiarci. La manifestazione di sabato ci dà un’ulteriore spinta per batterci contro i tagli previsti dal Governo nei confronti degli italiani nel mondo. Sono tagli che non hanno precedenti. Berlusconi vuole togliere ai connazionali all’estero quasi due terzi dei loro fondi”, sottolinea la giovane deputata.

Dopo la loro partecipazione alla protesta le democratiche e i democratici di Stoccarda sono stati ospiti del PD di Montegabbione in Umbria, un gemellaggio ad hoc organizzato dalla Garavini, dal Presidente dell’associazione “Rose rosse d’Europa”, Valentino Filippetti e dal PD mondo. La deputata vuole continuare a sostenere gemellaggi di questo tipo anche dopo la manifestazione per far crescere il PD dal basso, sia in Italia che all’estero. “Pensiamo a gemellaggi fra circoli PD, ma anche fra gruppi tematici del PD, per esempio fra giovani o anziani”, dice la Garavini.

Lascia un commento