Sul caso Calderoli l’Italia non ceda a minoranze islamiche

“Inaccettabili le ingerenze islamiche nel toto-governo italiano. Inspiegabile che alcuni esponenti arabi pretendano di decidere le nomine ministeriali dell'Italia. Non si capisce in base alla legittimazione di chi e se sollecitati da reti occulte italiane che andrebbero immediatamente scoperte e messe al bando. Vale quì forse la pena di ricordare che Calderoli è eletto democraticamente e che le pressioni di minoranze islamiche sul nostro Paese possono costituire un pericolosissimo varco nel sistema democratico italiano. A queste pretese si deve rispondere con lo sdegno e la fierezza di un Paese unito contro le intimidazioni esterne. E' evidente che qualcuno vuole limitare a tavolino la vittoria del Pdl e della Lega che significa il ritorno ad un sistema di rispetto, regole e sicurezza inusuale per chi sguazza nel degrado. Calderoli da solo rappresenta l'idem sentire di gran parte del popolo italiano che non può essere disilluso. E il popolo italiano è l'unico sovrano nella scelta della compagine governativa e delle linee politiche da adottare”.

Lascia un commento