Personalmente mi sono sempre opposto al voto all’estero

di Cesare Maniccia

Professor Emeritus-Mathematics

Non ho nessuna legge ne consiglio da proporre per quanto riguarda la
politica. Vorrei solo esprimere il mio disappunto per quanto riguarda il
voto ed i servizi che il governo (mal-governo) offre agli italiani
all'estero.
Personalmente ho sempre posto opposizione al voto per gli italiani
all'estero con l'eccezione di coloro che risiedono temporaneamente per
ragioni di lavoro od altre. Il governo avrebbe realizzato di piu' spendendo
i soldi a migliorare i servizi per gli italian all'estero. Il servizio
pensionistico, per esempio, e' una delle aree che ancora oggi lascia molto
a desiderare. E' inconcepibile che per avere una risposta a domande di
pensioni a volte ci vogliono piu' di 3 o 4 anni.
E' da anni che mi offro gratuitamente ad aiutare i miei connazionali con i
loro problemi e devo dire che ci sono casi in cui la domanda di pensione
presentata nel 2001 non e' stata ancora risolta. L'INPS nega di averla
ricevuta con tutto che il richiedente ha una documentazione firmata di
spedizione con ricevuta di accettazione. Abbiamo ripresentato la domanda nel
2004 ed ancora oggi non e' stata risolta. Questo non e' uno dei tanti esempi
dove la documentazione e' incerta o al piu' inesistente. Questo signore ha
lavorato piu' di 15 anni alla fu' SNIA VISCOSA/BOMBRINI PARODI DELFINO di
Colleferro/Anagni, e come lei vede, non e' una zona ne depressa ne una zona
da terzo mondo.
Io mi domando, come e' possibile che in un paese democratico e civile come
l'italia (quinta o sesta potenza economica nel mondo), che si vanta di
essere all'avanguardia tecnica/economica, non si riesca a risolvere un
problema cosi' semplice e banale?
E' questo l'unico caso? Signor avvocato, la risposta e' negativa. Potrei
elencare altri casi ancora piu' sconcertanti ma io penso che questo sia
tempo sprecato. I nostri signori legislatori parlano, sbraitano e
paoneggiano sui giornali, alla RAI International affermando che tutto e' ok
mentre nulla o quasi nulla e' cambiato nell'italia burogratica. Secondo un
proverbio dialettale,
“I musicanti cambiano ma la musica e' sempre la stessa.”
Grazie per l'ascolto.

Lascia un commento