Che Mamma Rai si attenga alla “par condicio”.

Io che a casa mangio “pane mosica e Rai satellitare “ mi indignero’ se a queste lezioni la Rai non sara’ presente anche all’ estero. Al di la’ delle affermazioni dei Leghisti: “ chi vive all’ estero non paga le tasse, ergo no voto e l’ ardire vergognoso di affermare in passato : “ tanto non valgono un c…” da parte di un vero figlio d’ arte chiedo:

(1) Che la le tre reti Rai nazionali e non solo Rai Italia ( poco diffusa e conosciuta ) diano piu’ spazio ai cittadini italiani nel mondo e ai candidati che dovranno rappresentarci al prossimo parlamento.

(2) Che “rieduchi ” l’ 80% degli iatliani all’ estero che ricevono il pacchetto Rai, sulle modalita’ del voto all’ estero, interamente assente alle ultime elezioni; onde evitare che l’ elettorato piu’ sprovveduto si rivolga a terzi. Overo delegare come ha fatto fino ad ora il voto.

(3) Che alle trasmissioni e salottini polititi siano presenti di tanto in tanto anche i candidati nelle liste delle 4 circoscrizioni estere

(4) Il voto all’ estero e’ sancito dalla Costituzione e come tale andrebbe da tutti rispettato …

Lascia un commento