On. Massimo Romagnoli Forza Italia

Siamo in pieno periodo di festività cristiane e il Presidente Prodi durante la conferenza stampa di fine anno, ha voluto comunicare ai giornalisti presenti l’avvenuto miracolo di Lazzaro: Italia alzati è cammina. Il deputato di Forza Italia onorevole Massimo Romagnoli eletto all’estero nella circoscrizione Europa cosi commenta la conferenza di Prodi.
Non conosco, afferma Romagnoli chi abbia dato a Prodi la laurea in Economia, certamente coloro che ne hanno conferito il titolo, dovevano essere già della sua vastissima cerchia di amici. Gli italiani nel 2008, dovranno sborsare circa 1850 euro in più a famiglia per sopravvivere. Lo stesso libretto pubblicato dalla BCE a fine novembre, denominato “Working Paper n. 828 nel quale, non solo si conferma il sorpasso della Spagna in termine di pil pro-capite sull’Italia, ma afferma che entro il 2008/2009, saremmo sorpassati anche dalla Grecia, per lui “economista” non sono da prendere in considerazioni. Il suo ottimismo ha un certo effetto lunare, perché crede di vivere proprio sulla Luna. Comunque l’onorevole Romagnoli afferma che : la finanziaria appena approvata era partita con la promessa di una manovra di appena 10 mld di euro, ed è finita con una approvazione di 17 mld di euro. Infatti per miracolo siamo sempre in tema di festività cristiane, Prodi e Padoa Schioppa, hanno fatto lievitare la manovra finanziaria, senza spiegare da dove prenderanno gli altri 7 miliardi di differenza. E non è finita mica qui il loro miracolo. Adesso nella maggioranza, senza che nessuno lo dica, faranno l’altro miracolo e cioè quella della tassazione sugli utili aziendali e sui rendimenti di borsa, anzi faranno di più porteranno la tassazione al 20% con buona pace della stessa Confindustria. A Prodi andrebbe applicata una famosa frase dell’illustre psichiatra Sigmund Freud : Le questioni di danaro sono trattate dai popoli civili come le questioni sessuali, con la stessa incongruenza, gli stessi falsi pudori. Però conclude Romagnoli, sarei più propenso a pensare che per Prodi, andrebbe bene il detto : La morte ingrata ha ucciso anche me, che ero medico, dimenticando quanti malati io le consegnai.

Non senza sorpresa nella finanziaria appena approvata si evince dell’ennesima discriminazione nei confronti degli italiani residenti all’estero per quando riguarda la riduzione della tassa ICI. La denuncia viene fatta dall’onorevole Massimo Romagnoli di Forza Italia eletto all’estero nella circoscrizione Europa. L’onorevole Romagnoli, solidarizza con i colleghi Bucchino, Fedi e Narducci, i quali rivolgendosi al ministro Padoa Schioppa, hanno ricevuto un netto rifiuto a veder accettato che nella pur minima riduzione della tassa ICI, fossero compreso anche gli italiani residenti all’estero. Va comunque ricordato agli stessi parlamentari, che a tal proposito ho presentato una proposta di legge n. 3197 del 30 ottobre 2007 e prossima ad andare in commissione per la discussione e che va sotto il nome di: “Modifica all’articolo 7 del decreto legislativo 30 dicembre 1992 n.504, per l’esenzione dell’abitazione principale dei cittadini italiani residenti all’estero dall’imposta comunale sugli immobili”
Il parlamentare di Forza Italia, dichiara di non essere alla fine troppo sorpreso, visto l’atteggiamento di netta opposizione di alcune forze dell’attuale maggioranza nei confronti dei nostri connazionali residenti all’estero.
Purtroppo afferma Romagnoli, questo governo è prigioniero di forze politiche di estrema sinistra, contrari ad ogni pur che minimo beneficio nei confronti degli italiani residenti all’estero, e non sono sufficienti i buoni propositi dei suoi rappresentanti che sono nella maggioranza. Comunque Romagnoli afferma di essere fiducioso nell’atteggiamento di tutti coloro che eletti all’estero, hanno a cuore gli interessi dei loro elettori e cittadini italiani e non faranno mancare il loro appoggio e il loro voto nei confronti del suo disegno di legge.

Ufficio stampa
On.le Massimo Romagnoli

Lascia un commento