Finanziaria: il cinema fa dialogare i due poli

Dichiarazione di:
Sen. Willer Bordon (Unione Democratica)
On. Gabriella Carlucci (Forza Italia)

“Da oggi il cinema ha una possibilità in più. Esprimiamo la nostra più viva soddisfazione per l'approvazione dell'emendamento Bordon che, recependo parti di un nostro progetto di legge, introduce per la prima volta in Italia il tax shelter, per rilanciare l'industria cinematografica nazionale, che è parte integrante dell'identità culturale italiana. Ancora più vivo è l'apprezzamento perchè al voto in Aula si è arrivati con il parere favorevole del Governo e del relatore di maggioranza, ma soprattutto con un ok bipartisan che ha testimoniato la sensibilità dell’Aula del Senato verso un tema così importante, per un settore così delicato dell'industria culturale. Il fatto, quindi, che maggioranza e opposizione abbiano espresso un voto di non appartenenza politica, ci conforta perché finalmente si apre un nuovo orizzonte per il cinema, che potrà reinvestire una parte degli utili dichiarati (tax shelter). Da sempre la cultura italiana, diffusa anche attraverso il cinema, è stata il nostro biglietto da visita nel mondo. Gli sgravi fiscali al cinema italiano approvati ieri, sono solo il primo passo verso un più ampio dibattito che si svilupperà appieno nel momento in cui Camera e Senato incominceranno l’iter del progetto di legge da noi presentato già qualche mese fa sul tax shelter. Ci auguriamo che la politica non sprechi questa opportunità per uno dei settori più importanti della nostra economia che può, come questo emendamento vuole, camminare sulle sue gambe, fuori da ogni tipo di assistenzialismo”.

Sen. Willer Bordon
On. Gabriella Carlucci

Lascia un commento