RAI: Petruccioli, Finocchiaro, Villetti

Petruccioli alla Vigilanza:

“Resto fino alla nomina di un nuovo presidente”

“Il Ministro dell'Economia, Tommaso Padoa Schioppa – azionista della Rai – ed il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, pur nel doveroso rispetto della risoluzione politica votata oggi in Commissione di Vigilanza Rai, danno atto della correttezza istituzionale delle posizioni assunte dal Presidente della Rai, Claudio Petruccioli”. Lo spiegano i due ministri in una nota congiunta.
Il presidente della Rai Claudio Petruccioli resterà al suo posto finchè non sarà stata indicata e perfezionata la nomina di un nuovo presidente. “Non credo di sbagliarmi se interpreto l'invito che mi viene rivolto come espressione dell'intenzione di procedere alla designazione e all'insediamento di un nuovo presidente del Cda della Rai. Se così si vuole, dunque si proceda. Una volta che l'indicazione di un nuovo presidente sia stata definita e perfezionata, lasceroò dunque il mio ufficio”, ha detto Petruccioli a viale Mazzini.

Il presidente della Rai, Claudio Petruccioli

Con queste parole, contenute in una lettera inviata al presidente della commissione di Vigilanza, Mario Landolfi, e ripetute durante una conferenza stampa, il presidente della Rai, Claudio Petruccioli, ha delineato la sua posizione dopo il voto della stessa commissione che ha approvato una risoluzione che ne chiede le dimissioni.
In sostanza, Petruccioli afferma che se l'azionista della Rai, il ministero dell'Economia, e la commissione di Vigilanza, che hanno i poteri per nominare il presidente della Rai, effettueranno una nuova nomina, lui lascerà l'incarico al nuovo designato. “Perché escludo di comportarmi in modo tale da ostacolare il realizzarsi di volontà di altri, in particolare quando si tratti del Parlamento”.

FINOCCHIARO (U), “DA PETRUCCIOLI COMPORTAMENTO LEALE E CORRETTO”.

Di fronte ad attacchi e polveroni che non hanno ragione d'essere e che certo non aiutano le vere necessita' della Rai mi sembra assolutamente corretto e leale il comportamento e l'atteggiamento tenuti dal Presidente Claudio Petruccioli.
Sarebbe meglio che gli esponenti della maggioranza invece di cercare inutili visibilità con i voti dell'opposizione lavorassero con impegno rispettando la loro funzione di vigilanza e indirizzo rispetto ai reali problemi del servizio pubblico radiotelevisivo.
Ne guadagnerebbero la politica e gli interessi della Rai.

sen. Anna Finocchiaro
capogruppo de L'Ulivo al Senato

VILLETTI (PS), AL PIÙ PRESTO UN NUOVO CDA

Il voto di oggi nella Commissione di vigilanza Rai non è una bocciatura personale dell'attuale presidente Petruccioli, a cui rinnoviamo la nostra stima, ma un forte richiamo politico a rispettare il pluralismo che si reggeva su un equilibrio rimesso in discussione dalla maldestra sostituzione di Petroni. Si deve, infatti, arrivare al più presto ad eleggere un nuovo Consiglio d'Amministrazione e un nuovo presidente di garanzia secondo quello spirito che deve animare i rapporti tra maggioranza ed opposizione. Una situazione nella quale il Pd faccia alla RAI l'asso pigliatutto non giova a nessuno e contrasta con l'apertura liberale che il centro sinistra dovrebbe avere nei confronti dei mezzi d'informazione.

on. Roberto Villetti, Roma
Partito socialista, capogruppo della Rnp a Montecitorio

Lascia un commento