Lettera al Direttore

di Pasquale Iacopino

Signor Direttore,

adesso che il Cavaliere è stato prosciolto definitivamente da ogni accusa e s'è così posto fine alla “persecuzione politico-giudiziaria” della quale per dodici anni è stato vittima, sa dirci cosa succederà?
– Su iniziativa del Cav. o d'ufficio:- a) saranno individuati e incriminati i suoi persecutori? b) Sarà individuato e incriminato lo sconosciuto che ha spostato i 434 mila dollari dal conto della Fininvest, di proprietà del Cavaliere, sul conto di Cesare Previti , avvocato di fiducia del Cav.e ministro nel suo primo governo, che li usò per corrompere il giudice Squillante il quale per fare un “dispetto” al Cav. fece vincere la causa alla Fininvest? c) Il Cav. si rivarrà in qualche modo per questo torto sull'avv. Previti e sul giudice Squillante? d) Lei e il suo giornale provvederete a chiedere scusa al Cav. per non averlo difeso dalle vili ed infamanti insinuazioni, anzi, se in qualche modo lo aveste considerato complice in quella libera uscita dei 434 mila dollari da un suo conto?
Mi premerebbe saperlo perché, dato che anch'io sospettavo, anzi ero convinto che il Cav. fosse colpevole e che era riuscito a formare un partito e a conquistare le camere ed il governo per il solo unico fine di sistemare le proprie faccende, dovrei decidere se chiedergli scusa, come mi suggerisce un mio conoscente, oppure affidare il mio conoscente alle cure di Beppe Grillo.
Cordiali saluti

Avatar

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Lascia un commento